Home / Casalgrande / A Casalgrande di Reggio Emilia sfilano i neonazisti di Forza Nuova in una manifestazione deserta

A Casalgrande di Reggio Emilia sfilano i neonazisti di Forza Nuova in una manifestazione deserta

di Redazione #Casalgrande twitter@gaiaitaliacomlo #Nofascisti

 

 

 

In provincia di Reggio Emilia, nel comune di Casalgrande in una piccola frazione di un paio di migliaia di abitanti chiamata Veggia, i neofascisti di Forza Nuova, quelli che prima gli italiani come tanto piace a Salvini, hanno manifestato tutto il loro odio per la vita e per le istituzioni democratiche convocando una manifestazione presentata come manifestazione pubblica con tanto di cartelli, nella piazza centrale del paese, gridando slogan antirazzisti e nazionalisti ai limiti dell’apologia di fascismo.

Quattro gatti ad ascoltarli. Più poliziotti che manifestanti. Resta da sapere, e lo sapremo, perché è stata data l’autorizzazione di manifestare a Forza Nuova (perché non finiscano nella piazza centrale del Comune di Casalgrande dove l’attuale giunta è a rischio alle prossime amministrative?), senza annunciare che si sarebbe trattato di una manifestazione politica, affiggendo cartelli dove genericamente si spiegava agli abitanti che la piazza non sarebbe stata agibile a causa di una non meglio precisata “manifestazione pubblica”, impedendo a chi avesse voluto ricorrere contro la manifestazione di potere esercitare il suo diritto.

I quattro gatti presenti applaudono. Così muore la democrazia, tra applausi e grida [cit.] Loro, in risposta, si gonfiano il petto e gridano “Forza Nuova, orgoglio nazionale”. Gli antifascisti dell’ANPI relegati alla periferia del paese in uno spazio quattro volte più piccolo della piazza offerta al neofascismo. Annamo bbene…

Di seguito, l’intervista da noi realizzata al Sindaco di Casalgrande, Alberto Vaccari, rilasciata mentre si svolgeva la manifestazione dell’ANPI contro ogni fascismo, contemporanea e contigua a quella neofascista.

 

 


 




 

(15 settembre 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*