Pubblicità
6.4 C
Bologna
9.6 C
Roma
PubblicitàAcquista i giubbotti Canadians Classics sul sito ufficiale!
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
HomeBologna MusicaIl 25 aprile, in piazza Garibaldi a Parma, il concerto dei Baustelle

Il 25 aprile, in piazza Garibaldi a Parma, il concerto dei Baustelle

di Redazione #Parma twitter@gaiaitaliacomlo #spettacoli

 

 

L’assessorato alla Cultura del Comune di Parma annuncia gli artisti che animeranno Piazza Garibaldi in occasione del concerto del 25 aprile, momento clou del ricco programma di iniziative realizzate per celebrare la Festa della Liberazione.

Con le canzoni del loro nuovo album L’amore e la violenza vol.2, già ai vertici delle classifiche e un tour che tocca in aprile i club delle principali città italiane, i protagonisti della serata saranno i Baustelle.

La band di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi e Claudio Brasini si è avventurata per la prima volta nella storia della sua vita musicale in un Volume 2, continuando a raccontare d’amore e di violenza. “L’amore e la violenza vol.2”, nato in buona parte durante il tour dello scorso anno, si muove nel solco musicale e tematico del suo predecessore, arricchendolo tuttavia di brani più veloci e compatti e di sonorità più potenti che proprio a Parma faranno il loro debutto in un concerto all’aperto.

Ad aprire la serata sarà Mara Redeghieri, in tour per presentare, insieme a cinque musicisti, le canzoni del suo primo lavoro solista, Recidiva (finalista alle targhe Tenco 2017 come miglior opera prima), e riproporre parte del repertorio degli Üstmamò.

A quindici anni dall’uscita dal gruppo, l’ex chanteuse della scena indie racconta nei nuovi brani il “proprio adesso” del mondo liquido in cui siamo immersi, un qui e ora che somma prese di posizione politiche e privato, spiccioli di filosofia e voglia di riprendersi un’esistenza che sembra continuamente sfuggirci di mano.

L’evento, ad ingresso gratuito, ha il patrocinio della Regione Emilia Romagna.

 




(6 aprile 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

ALTRO DA LEGGERE