Pubblicità
8.3 C
Bologna
8.6 C
Roma
PubblicitàAcquista i giubbotti Canadians Classics sul sito ufficiale!

EMILIA-ROMAGNA

PubblicitàFlixbus
Pubblicità

BOLOGNA SPETTACOLI

Pubblicità
Pubblicità
HomeBologna PoliticaDirettiva del ministero di Salvini sulla "Città 30", condita di inesistenti autovelox....

Direttiva del ministero di Salvini sulla “Città 30”, condita di inesistenti autovelox. La dichiarazione dell’assessora Valentina Orioli

GAIAITALIA.COM BOLOGNA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

“Se il ministro Salvini intende proporre un decreto per limitare l’utilizzo degli autovelox per la zona 30 a Bologna, credo sia opportuno informarlo che nella nostra città non ci sono autovelox sulle strade con limite ai 30km/h. Posto che, come dovrebbe essere noto al ministro, gli autovelox vengono sempre autorizzati dalle Prefetture. Detto questo, le zone con il limite dei 30km/h sono state definite dal Comune di Bologna secondo le norme vigenti e le indicazioni previste dallo stesso ministero di Salvini, che devo dire non ha mai fatto mancare un fattivo supporto. Prendo atto che da ieri ad oggi il Ministro è passato dalla proposta di un tavolo di confronto con il Comune, alla minaccia di imporre agli enti locali, a colpi di direttiva, la propria visione di buon senso, al momento abbastanza fumosa. Ma per fortuna le amministrazioni parlano per atti, per cui, come sempre, valuteremo nel merito tecnico e giuridico quelli che il ministero vorrà emanare. Nel frattempo mi premurerò di far pervenire al ministro Salvini gli atti che istituiscono la Città 30 a Bologna, perché da quello che ripete in questi giorni intuisco non abbia molto chiaro il nostro provvedimento. Intanto perché non si tratta di una misura generalizzata, ma frutto di attente valutazioni, strada per strada, che copre il 70% delle strade cittadine, nel rispetto dei criteri definiti dal piano di sicurezza del ministero. L’auspicio è che si possano superare le posizioni ideologiche e andare nel merito di una misura in grado di salvare vite umane. Credo debba essere questo il solo criterio guida delle nostre azioni. Come Comune di Bologna, ma lo diciamo da mesi, accoglieremo ogni proposta che ci consentirà di migliorare e fare passi avanti per tutti.”

Così l’intervento dell’Assessora Valentina Orioli.

L’intervento dell’assessora segue l’intervento di Salvini che suona più come uno scomposto sgomitare in cerca affannosa di visibilità che come un provvedimento che entri nel merito della questioni. Contemporaneamente La Lega dell’Emilia-Romagna, per mano di Matteo Rancan, Capogruppo in Regione e Segretario Lega Emilia, ha annuncia la convocazione urgente del direttivo regionale del partito con il fine di elaborare proposte per contrastare il piano viabilità di 30 km/h a Bologna e alla decisione di togliere ai sindaci il criterio di premialità negli alloggi popolari. E’ noto che viabilità e premialità degli alloggi devono andare insieme e non servono a distogliere attenzione l’uno dall’altro tema.

 

 

(20 gennaio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



LEGGI ANCHE