Operazione della Squadra Mobile: decine di misure cautelari. Il Sindaco Lepore: “Grazie al lavoro della Procura”

Ultime notizie

CONDIVIDI

di Redazione Bologna

Una vasta operazione coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia vede impegnata la Polizia di Stato che sta eseguendo 43 misure cautelari per i reati di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e riciclaggio. E’ stato sequestrato denaro per un ammontare di un milione di euro provento di attività illecita.

Sulla maxi-operazione di Polizia è intervenuto il Sindaco di Bologna Matteo Lepore.

“Dopo la maxi operazione antidroga al Pilastro di poco più di un mese fa e prima ancora gli arresti in via Malvasia-via dello Scalo, l’intervento di oggi infligge un ulteriore colpo al traffico di stupefacenti e alla criminalità nella nostra città. Grazie dunque al lavoro della Procura – Direzione Distrettuale Antimafia, della Questura di Bologna e di tutte le donne e gli uomini della Polizia di Stato coinvolte nell’importante operazione svoltasi all’alba di oggi.
Si tratta di un’operazione importante perché decapita una vera e propria organizzazione criminale dedita allo spaccio e al riciclaggio che aveva base principalmente nella zona Barca ma riforniva gli spacciatori di tutta l’area metropolitana di Bologna. È un’indagine che viene da lontano e che già prima del Covid aveva interessato diverse persone che oggi sono state arrestate. Non si tratta del primo intervento che chiude delle indagini contro il crimine organizzato nei quartieri della nostra città. È un lavoro molto importante che la magistratura insieme alle forze dell’ordine sta facendo: il crimine a Bologna, quartiere per quartiere, sta subendo dei colpi molto importanti. Si sta facendo sul serio” chiude il comunicato il Sindaco Lepore “di questo dobbiamo essere orgogliosi e continueremo ad essere al fianco di magistratura e forze dell’ordine”.

 

(6 luglio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata