Home / Bologna Cultura / Bologna, arrestati due cittadini stranieri in via dell’Arcoveggio

Bologna, arrestati due cittadini stranieri in via dell’Arcoveggio

0Shares

di Redazione #Bologna twitter@bolognanewsgaia #Cronaca

 

Proseguono senza sosta i controlli della Questura di Bologna finalizzati alla repressione del fenomeno dello spaccio di sostanza stupefacenti nei parchi cittadini. Così, nella giornata di ieri personale della locale Squadra Mobile – IV Sezione contrasto al crimine diffuso ha tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, cocaina e hashish due soggetti tunisini, F.B.A. classe ’79 e M.B.F. classe 2000, entrambi già gravati da precedenti specifici

Gli Agenti della Squadra Mobile si sono appostati all’interno del parco “Shariful MD Islam”, adiacente via dell’Arcoveggio, luogo ove negli ultimi tempi i due soggetti avevano imbastito una fiorente attività di spaccio. Sul posto hanno individuato i due soggetti che si aggiravano insieme in maniera sospetta all’interno del parco. Poco dopo i poliziotti hanno assistito alla cessione di circa un grammo di cocaina in cambio di 60 euro in contanti. Una volta accertata la cessione, il personale della Mobile è intervenuto e ha bloccato i due soggetti, i quali alla vista dei poliziotti hanno tentato di disfarsi di altra sostanza stupefacente buttandola nel canale all’interno del parco, sostanza che però è stata subito recuperata.

I due soggetti sono stati così immediatamente sottoposti a perquisizione al cui esito gli operatori hanno potuto rinvenire, complessivamente, 70 involucri risultati contenere cocaina per un totale di 46 grammi e 10 grammi di hashish, oltre a 870 euro in contanti, provento dell’attività di spaccio. Come disposto dalla locale Procura della Repubblica, i due soggetti, dopo essere stati arrestati, sono stati tradotti in carcere in attesa della convalida dell’arresto.

Così un comunicato stampa della Questura di Bologna che pubblichiamo integralmente.

 

 

(15 dicembre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 




Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: