Home / Ferrara / E poi c’era quello del “vi faremo un cxxx così”…

E poi c’era quello del “vi faremo un cxxx così”…

di Giancarlo Grassi #Lopinione twitter@bolognanewsgaia #Bologna

 

C’era un vicesindaco, un vicesindaco di Ferrara, che è quella città dove la giunta leghista che è contro le caste ha preso, come prima misura, la decisione di aumentarsi lo stipendio; un vicesindaco da 4800 euro al mese e che vive in una casa popolare alla quale non avrebbe più diritto, visto il reddito, e che prima di diventare vicesindaco faceva il barbiere, perché la competenza prima di tutto, che dichiarava “quando avremo vinto vi faremo un culo così”.

Lo diceva in modo corretto. Anzi, “istituzionale”. Aggiungeva anche “Per fermarci dovrete spararci”.

No. In realtà siete stati fermati da un voto pacifico che vi ha detto no. L’Emilia Romagna ha detto no a Lei, signor Vicesindaco con casa popolare al seguito e tante barbe fatte (e chissà quante ancora ne farà), al suo capo Tribuno che voleva “pieni poteri” e ai deliri di onnipotenza che il vostro partito di impreparati ha messo sul campo delirando di “liberare l’Emilia”.

E l’avete liberata. Bravi. Da voi stessi. E continuerete, perché non avete scampo. Siete già finiti. Perché “la violenza è l’ultimo rifugio degli incapaci”. Citiamo Asimov. Senza pretendere che Lei faccia lo stesso.

 

 

(27 gennaio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 




Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*