“La luce della notte”: la prima rassegna scientifica di San Lazzaro è dedicata alla luna. Dal 12 al 19 dicembre

di Redazione, #SanLazzaro twitter@bolognanewsgaia #Luna

 

Ogni notte ha una sua luce. Nei momenti bui è stata la Scienza a permettere all’umanità di orientarsi, di progredire e, spesso, di salvarsi. Nelle notti delle nostre vite c’è invece lei a illuminarci, musa ispiratrice e sogno di poeti e scienziati, contadini e astronauti: la Luna.
Sarà lei la protagonista della prima rassegna scientifica di San Lazzaro (Il Grande Racconto della Scienza), dal titolo La Luce della Notte, che si terrà in città dal 12 al 19 dicembre con il patrocinio di Inaf – Osservatorio di Astrofisica e Scienza dello Spazio.

Una settimana di lezioni, appuntamenti, proiezioni e incontri con esperti e scienziati, che ci faranno esplorare la Luna pur rimanendo con i piedi ben saldi a terra. Tra gli ospiti più attesi ci sono l’astronauta e astrofisico Umberto Guidoni, lo scrittore e divulgatore scientifico Paolo Attivissimo e il climatologo Luca Mercalli che concluderà in bellezza la settimana scientifica di San Lazzaro. Accanto al Comune di San Lazzaro ci saranno due importanti realtà: l’Osservatorio di Astrofisica e Scienza dello Spazio, che ha dato il suo patrocinio alla rassegna, e Sofos, che assieme alla cooperativa Camelot installerà un planetario da 50 posti nella corte del Comune, dove si terranno laboratori e spettacoli per adulti, bambini e scuole.

Ognuno degli ospiti ci racconterà la Luna secondo il suo punto di vista, da quello più prettamente scientifico fino alla sua dimensione più letteraria e poetica. Ad aprire gli incontri de La Luce della Notte sarà Umberto Guidoni, giovedì 12 dicembre alle ore 21, nella sala eventi della Mediateca. Guidoni, primo astronauta europeo a mettere piede sulla Stazione Spaziale Internazionale, ci racconterà le prospettive dell’esplorazione umana nello spazio, dal primo sbarco sulla Luna avvenuto 50 anni fa fino agli avveniristici progetti che puntano su Marte. A dialogare con lui ci sarà Sandro Bardelli dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, che ha dato il suo patrocinio all’intera rassegna. Doppio appuntamento per venerdì 13 dicembre: alle ore 18.00, la Fondazione Cirulli ospiterà Maria Giulia Adretta e Marco Ciardi e la presentazione del loro ultimo libro, Stregati dalla Luna. Il sogno del volo spaziale da Jules Verne all’Apollo 11 (Carocci Editore). Alle 21.00, in Mediateca, il giornalista e divulgatore scientifico Paolo Attivissimo affronterà invece l’aspetto giornalistico del primo sbarco sulla Luna, analizzando e smontando i complotti, le teorie e i dubbi che scossero l’opinione pubblica tra il 1969 e il 1972. Protagonista dell’incontro di sabato 14 dicembre, che si terrà sempre in Mediateca alle ore 17.00, sarà invece il professor Fabrizio Bonoli, professore di Storia della Cosmologia all’Università di Bologna, che ci guiderà in un viaggio alla scoperta dei tanti volti della Luna, dai miti che la riguardano fino allo sbarco dell’uomo sulla sua superficie. Domenica 15 dicembre la Mediateca ospiterà il Lunar Party, grande festa a tema con musica, proiezioni, installazioni artistiche, postazioni interattive a cura di Sofos e accessibili dalle ore 17.00 alle 23.00. Alle ore 21.00 avrà inizio V01AGER, progetto sonoro ai confini del sistema solare di Francesco Pinto e Antonio Tufarulo, con la partecipazione di Mattia Cassibba, che condenseranno le loro esperienze musicali (dalla neo-psychedelia allʼIDM, dallo space rock al post-rock) in un suono senza spazio e senza tempo.

Gli incontri riprenderanno lunedì 16 dicembre con il professor Luca Alessandrini che alle ore 18.30, sempre in Mediateca, ci parlerà della Luna in chiave simbolica e storica, ripercorrendo la sua importanza nella vita dell’Uomo fin dagli albori del tempo. Il 18 dicembre invece, alle ore 18.30, passeremo dalla “nostra” Luna alle tante altre che popolano il sistema Solare, con Roberto Bedogni e Flavio Fusi Pecci. Infine, sarà il meteorologo Luca Mercalli a chiudere la rassegna, martedì 19 dicembre alle ore 21.00 al PalaYuri, approfondendo l’annoso tema della crisi climatica che sta attanagliando il nostro pianeta e la frenetica ricerca di una “Terra 2”. Il tutto mentre la Luna, da lassù, ci osserva e illumina la notte.

Da non dimenticare i numerosi appuntamenti “spaziali” che precedono la rassegna dedicata alla Luna. Sabato 7 dicembre, alle ore 17.30, la Luna salirà sul palcoscenico della Mediateca con lo spettacolo per bambini Verso l’infinito e oltre. Il viaggio interstellare della Compagnia Teatro dell’Argine. Ca de’ Mandorli dà invece spazio alla musica con una serata dedicata agli anni 2000, che si terrà sabato 14 dicembre a partire dalle 21.00. Anche il Mediateca CineClub sarà dedicato alla Luna e allo Spazio con tre appuntamenti ad hoc (martedì 3, 10 e 16 dicembre), per conoscere la programmazione www.mediatecadisanlazzaro.it.

 

 

(13 novembre 2019)

@gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 




 

potrebbero interessarvi

SEGUITECI

4,826FansMi piace
2,397FollowerSegui
131IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE