Home / Cronaca Regione / Arrestato in flagrante da due agenti della Municipale di Modena in borghese e processato per direttissima

Arrestato in flagrante da due agenti della Municipale di Modena in borghese e processato per direttissima

di Redazione #Modena twitter@gaiaitaliacomlo #Cronaca

 

 

È arrivato nella Stazione di piazzale Natale Bruni; si è avvicinato a una delle rastrelliere per biciclette, ha esaminato gli esemplari a disposizione e, quando ha trovato quello che gli sembrava meglio rispondente alle proprie esigenze, ha deciso di portarselo via. Si è quindi messo ad armeggiare con il lucchetto per aprirlo, incurante anche dei due uomini che stavano evidentemente tenendolo d’occhio.

I due erano però agenti della Polizia municipale di Modena in abiti borghesi impegnati in uno dei frequenti servizi di controllo che si svolgono nella zona della Stazione ferroviaria.

L’aspirante ladro di biciclette, che risulta avere parecchi precedenti soprattutto per possesso di stupefacenti e reati contro il patrimonio, è stato quindi fermato e arrestato in flagranza di reato. L’arresto è avvenuto nel pomeriggio di ieri mercoledì 12 settembre, verso le 15.30.

Dopo la notte passata al Comando di via Galilei, questa mattina, l’uomo, un cittadino italiano cinquantenne, residente a Modena, è stato processato per direttissima e condannato a piede libero con divieto di dimora nella provincia di Modena.

Intanto, prosegue l’attività investigativa del Nucleo Problematiche del territorio della Municipale per risalire alla filiera delle bici rubate e accertare il coinvolgimento di terzi nell’attività illecita.





(14 settembre 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*