Home / Bologna / Bologna, il portico dei Garganelli cambia volto: il chiosco-edicola si sposta, addio alla cabina telefonica

Bologna, il portico dei Garganelli cambia volto: il chiosco-edicola si sposta, addio alla cabina telefonica

foto: Il Resto del Carlino

di Gaiaitalia.com, Bologna

 

 

 

 

Cambia volto lo slargo dei Garganelli, in prossimità del civico 40 di via Santo Stefano, nel centro storico di Bologna. Il portico sarà liberato e riqualificato grazie allo spostamento di pochi metri del chiosco-edicola: la nuova edicola sorgerà nello slargo dei Garganelli, fuori dal portico, accanto al passo carraio, e occuperà parte dello spazio dell’attuale area di sosta dei taxi. Addio anche alla cabina telefonica che verrà sostituita da una cupola meno ingombrante. Tutti gli interventi rientrano in un patto di collaborazione che verrà sottoscritto dal Comune di Bologna con il titolare del chiosco-edicola e con TIM, gestore del servizio di telefonia. Il patto di collaborazione è stato approvato dalla giunta comunale nel corso dell’ultima seduta.

La riqualificazione del portico e dello slargo dei Garganelli è partita dalla richiesta del titolare del chiosco-edicola di spostare la struttura fuori dal portico. Dopo un confronto con il Comune, il titolare si è reso disponibile a farsi carico di una serie di interventi mirati a dare al contesto un assetto più ordinato nel rispetto della tutela degli aspetti storici e architettonici del luogo. L’intervento prevede la soppressione dei manufatti minori a servizio del chiosco, la risistemazione dell’area di sedime e il recupero dello spazio porticato di via Santo Stefano. La riqualificazione rientra negli obiettivi dell’amministrazione di valorizzare il sistema dei portici, candidati a Patrimonio mondiale UNESCO, anche attraverso il coinvolgimento dei vari attori pubblici e privati nella gestione dei portici, per renderli più fruibili e aumentare la qualità degli spazi pubblici. Nel progetto dunque è entrato anche il gestore telefonico TIM, visto che nello slargo dei Garganelli è presente una vecchia cabina telefonica. Sono state infine coinvolte anche la Soprintendenza e le organizzazioni sindacali della categoria dei taxisti che hanno approvato la riduzione del numero dei posti taxi, necessaria per un migliore riassetto dell’area sosta e della relativa segnaletica.

 




 

(3 maggio 2017)

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

“Ti facciamo abortire negra di m…”, l’assessora regionale Emma Petitti incontra la vittima

di G.G., twitter@gaiaitaliacom     La vicenda è nota: una donna senegalese viene intercettata – è il termine giusto – sull’autobus da una coppia di sbandati, 19 anni lei e 22 lui, che le sottraggono il telefono. Lei se ne accorge e alle sue richieste di restituirglielo viene spintonata, pestata, buttata al suolo, presa a calci, dentro e fuori dall’autobus al grido di “Ti facciamo abortire negra di m…”, insulti e minacce ripetuti anche di fronte alle forze di Polizia. ...

Caso importato di Zika a Bologna, attivate le misure straordinarie di profilassi

di Gaiaitalia.com, #Bologna       È stato rilevato un caso importato di Zika a Bologna. Si tratta di una persona rientrata da zone tropicali che ha contratto la malattia, trasmessa da una puntura di zanzara infetta. Sono state immediatamente attivate le misure di profilassi, come previsto dallo specifico protocollo regionale: è in corso da questo pomeriggio la disinfestazione, sia nelle aree private che nelle aree pubbliche circostanti l’abitazione della persona ammalata e gli interessati sono stati istruiti sulle principali ...

Istituzione dell’Albo dei Cittadini Attivi – Volontari di Piacenza. Dal 1° settembre al 15 ottobre le iscrizioni

di Gaiaitalia.com, #Piacenza     L’Amministrazione comunale rende noto che, in attuazione del Regolamento della Partecipazione, verrà costituito a breve l’Albo dei Cittadini Attivi – Volontari. Un elenco cui dovranno essere iscritti non solo i singoli, ma anche le associazioni, le rappresentanze professionali, di categoria e organizzazioni datoriali, le scuole e le cooperative che, gratuitamente, intendano mettere a disposizione della collettività il proprio tempo e le proprie capacità, collaborando con il Comune nella gestione e manutenzione dei servizi di pubblica ...

Museo della Figurina di Modena: “Arte in tasca. calendarietti e réclame”, dal 15 settembre

di Gaiaitalia.com, #Modena     Piccoli capolavori d’Art déco tascabili. Così possono essere definiti i “calendarietti del barbiere” profumati e i lavori di illustrazione e grafica per réclame ed etichette firmati anche da artisti famosi negli anni tra le due guerre mondiali. Questi ed altri oggetti affini sono esposti e raccontati al Museo della Figurina di Modena (Palazzo Santa Margherita, corso Canalgrande 103) nella mostra che aprirà al pubblico il 15 settembre in occasione del festivalfilosofia 2017 sulle “Arti”. La ...

La Sindaca di Codigoro annuncia ebbra che due privati hanno rinunciato ad ospitare rifugiati. Il PD tace

di Giovanna Di Rosa     Prima di inoltrarci nuovamente nel patetico racconto della profonda Emilia razzista patrocinata dalla Sindaca di Codigoro e dalle sue iniziative anti-rifugiati, ci preme sottolineare che questo quotidiano prima via email, ignorata, poi con una telefonata alle Federazione Regionale del PD, ha chiesto di poter avere il parere della dirigenza emiliano-romagnola del Partito Democratico sull’iniziativa zanardiana ricevendo in risposta il nulla e molta maleducazione da parte della gentile addetta al centralino che, mentre ci chiedeva con ...

Migranti Bologna. Bignami (Fi): Su 30.046 arrivi all’Hub di via Mattei, 8.716 allontanamenti volontari o rinunce accoglienza

di Gaiaitalia.com, #Bologna     Dal 20 luglio 2014, data di apertura dell’Hub bolognese di via Mattei, a oggi, sono 4.239 i richiedenti asilo che si sono volontariamente allontanati dalla struttura a fronte dei 30.046 arrivati, mentre altri 4.477 hanno rinunciato all’accoglienza entro le 24 ore dall’arrivo. Lo segnala Galeazzo Bignami (Fi) in un’interrogazione, dopo aver consultato il sito sul sistema di accoglienza curato da Bolognacares! (campagna di comunicazione del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati del Comune ...