Pubblicità
20.8 C
Bologna
21.3 C
Roma
Pubblicità

EMILIA-ROMAGNA

Pubblicità

POLITICA

HomeBologna Mostre“Fragili nascondigli per peccatori” la mostra personale di Eva Robin’s, nell’ambito di Art City

“Fragili nascondigli per peccatori” la mostra personale di Eva Robin’s, nell’ambito di Art City

Iscrivetevi al nostro Canale Telegram

La prima grande personale di Eva Robin’s in versione artista visiva: un’identità che si affianca a quella di attrice di teatro e cinema, e che è stata coltivata a lungo privatamente prima di arrivare ai primi riconoscimenti. “Fragili nascondigli per peccatori” è un invito a calarsi nel mondo visionario e inquietante di Eva Robin’s, in un percorso di forme, colori e supporti precari, che saranno in mostra nell’ambito di Art City in occasione di Arte Fiera. L’appuntamento è a Teatri di Vita Studio (via del Pratello 90/a, Bologna, www.teatridivita.it), da giovedì 1 a domenica 4 febbraio, a ingresso libero, con apertura dalle ore 15 alle ore 20 (sabato 3 febbraio fino alle ore 24, nell’ambito dell’Art City White Night).

La mostra si tiene negli stessi giorni dello spettacolo “Le serve” di Genet all’Arena del Sole, in cui Eva Robin’s è in scena con Beatrice Vecchione e Matilde Vigna, con la regia di Veronica Cruciani.

La mostra “Fragili nascondigli per peccatori” è all’interno della stagione teatrale “D’io, Teatro e Famiglia”, realizzata con il contributo del Comune di Bologna, della Regione Emilia Romagna e del Ministero della Cultura.


Eva Robin’s
è una protagonista dello spettacolo italiano, nel cinema (con registi come Dario Argento, Maurizio Nichetti, Alessandro Benvenuti) e nel teatro (con registi come Andrea Adriatico, Valter Malosti, Veronica Cruciani), attraversando autori come Cocteau, Copi, Beckett, Jelinek, Shakespeare, Genet. Parallelamente è attiva da molti anni come originale e sorprendente artista, negli spazi privati della sua abitazione- studio e degli amici, in un’esplorazione del linguaggio visivo che si nutre delle sue esperienze umane e artistiche, arrivando ad allestire scenari inquietanti o fascinosi. Pittura, composizione materica e assemblaggi (anche di objets trouvés macerati e ricomposti) si mostrano senza soluzione di continuità per avvolgere l’osservatore e trascinarlo in un universo mostruoso, che sublima dolori lancinanti nella meraviglia di colori e fantasmagorie, come uscite da un inferno tanto terrificante quanto affascinante. In questa mostra personale presenta le sue ultime creazioni, all’insegna della fragilità e del peccato. 

 

 

(24 gennaio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 



Bologna
poche nuvole
20.8 ° C
22 °
20 °
60 %
1kmh
20 %
Dom
23 °
Lun
22 °
Mar
23 °
Mer
28 °
Gio
21 °

BOLOGNA