Pubblicità
9 C
Bologna
13.3 C
Roma
PubblicitàAcquista i giubbotti Canadians Classics sul sito ufficiale!

EMILIA-ROMAGNA

PubblicitàFlixbus
Pubblicità

BOLOGNA SPETTACOLI

Pubblicità
Pubblicità
HomeBolognaNuovo sciopero al Sant'Orsola

Nuovo sciopero al Sant’Orsola

GAIAITALIA.COM BOLOGNA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

“Passate le festività, continua la vertenza presso l’appalto dei servizi integrati alla persona del Policlinico Sant’Orsola – Malpighi. Se alcune questioni relative ai cedolini, piuttosto che alle anzianità di servizio, stanno per essere gradualmente sistemate, continuano a permanere varie irregolarità per le centinaia di lavoratori e lavoratrici impiegate, in appalto, presso il terzo più grande Policlinico d’Italia in termini di posti – letto”.

Informa un comunicato stampa di ADL-Cobas inviato in redazione.

Il comunicato stampa continua parlando di “indennità integrative sempre più insufficienti, abuso smodato dei contratti part – time, mezzi adatti al lavoro completamente inadeguati, fino ad arrivare all’errato utilizzo del CCNL Multiservizi – pulizie, il quale, come abbiamo detto più volte, per alcune addetti/e può significare anche percepire meno di 6,5 euro netti all’ora. Inaccettabile per chiunque, a maggior ragione per persone che movimentano materiale biologico, piuttosto che camici per le operazioni chirurgiche, con anche mansioni di elevata responsabilità. Come ADL-Cobas è nostro obiettivo dichiarato portare qualsiasi lavoratrice o lavoratore, nel pubblico o nel privato, a percepire una retribuzione minima che permetta di vivere dignitosamente, arrivando alla tanto agognata “fine del mese” in tranquillità; chiamiamola salario minimo, reddito di base, insomma non certamente 6 euro netti all’ora, ma almeno 10, come non sono sufficienti i buoni pasto da 4 euro che assomigliano tanto ad un’elemosina. Un gruppo sempre più ampio di lavoratori e di lavoratrici, nonostante le continue intimidazioni subite durante le ultime mobilitazioni, su cui daremo notizie a breve, sono determinate a continuare la battaglia fino a quando non verranno raggiunti gli obiettivi; obiettivi che si traducono in contratto degno, lavoro degno, vita degna. La così tanto declamata “eccellenza emiliano – romagnola” nel campo della sanità, non può continuare a reggersi su un sistema che si traduce in tanto sfruttamento, e pochi diritti”.

La sigla sindacale ha proclamato una giornata di sciopero per lunedì 5 febbraio 2024 per tutto il personale di Rekeep e L’operosa impiegato presso l’appalto dei servizi integrati alla persona del Policlinico Sant’Orsola – Malpighi.

 

 

(16 gennaio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 



LEGGI ANCHE