Femminicidio a Bologna, certamente la leader Meloni vorrà pronunciarsi con la consueta saggezza

Ultime notizie

CONDIVIDI

di Giovanna Di Rosa

Abbiamo assistito all’ennesimo caso di femminicidio che vede protagonista omicida un compagno o un ex compagno – in questo caso – che dopo persecuzioni di vario tipo decide di mettere fine alla vita della donna amata. Per amore, probabilmente dirà.

Sono di poche ore fa le polemiche relative al video postato da Meloni sui social, e rimosso dai social di Meloni dalle direzioni dei social, relativamente alla violenza sessuale di Piacenza. La notizia e che la presidenta possibile Meloni ha oggi la possibilità di pronunciarsi contro i femminicidi, con la consueta saggezza e il consueto garbo, e soprattutto la possibilità di cominciare a farlo.

Suggeriremmo sommessamente il sospetto che ci sia qualche impedimento di natura politico-pratica: l’omicida è un 28enne italiano – e vuoi mettere quanto fa destra scagliarsi contro uno straniero? – che ha ucciso a martellate, tra gli altri strumenti, una 57enne che per alcuni quotidiani nazionali era la sua ex compagna che non ne voleva più sapere.

Puta caso che tra i famigliari di questo qui ci sia qualche elettore fratelloitaliota, non è che puoi scontentarlo. E’ certo però che le sagge parole di sì autorevole leaderessa di un partito che dei diritti ha fatto fiamma tricolore (altro che bandiera) sarebbero utili ed eviterebbero di avere una leader possibile che non serve neanche ai diritti delle donne, pur essendo donna, come qualcuno più autorevole di noi ha ricordato. Restiamo in attesa.

 

(24 agosto 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata