La guerra nel “Donbass” nella folgorante black comedy di Sergej Loznitsa e la ricerca della pace nella videodanza. Teatri di Vita, 8 luglio

Ultime notizie

CONDIVIDI

di Redazione Spettacoli

Due opere per raccontare la guerra in Ucraina: il film “Donbass” del regista ‘scandaloso’ Sergej Loznitsa, che racconta in modo visionario, grottesco e spietato, l’inizio del conflitto, e la videodanza “Monochrome” del coreografo Anton Ovchinnikov, creata dopo un mese dall’inizio dell’invasione russa, che racconta il rapporto tra il danzatore, la guerra e la ricerca della pace, prima di tutto interiore. Un doppio appuntamento di approfondimento e di speranza, e di grande spettacolarità.

Appuntamento con l’ultima giornata al festival “Cuore di Slavia” venerdì 8 luglio, a Teatri di Vita (via Emilia Ponente 485, Bologna; tel. 333.4666333; teatridivita.it) e all’aperto nel Parco dei Pini.

Il festival “Cuore di Slavia” apre alle 18 con la mostra “Ukraingels” del collettivo di fotografi ucraini Gorsad, dedicato al mondo degli adolescenti, e prosegue alle 19.30 con l’aperitivo insieme alle fiabe delle “Cronache di Slavia” interpretate da Patrizia Bernardi. Alle ore 21, “Monochrome” videodanza di Anton Ovchinnikov, coreografo ucraino che torna così a Teatri di Vita dopo 8 anni, e in un’intervista annuncerà l’uscita del suo diario della guerra in forma di poesia dal titolo “Achrome” con l’editore italiano Sefer. Alle ore 22, il cinema, in collaborazione con Alpe Adria – Trieste Film Festival, con la proiezione di “Donbass” di Sergej Loznitsa.

Informazione e prevendita sono possibili sulla app di Teatri di Vita, accessibile dal sito teatridivita.it; info: 333.4666333 – urp@teatridivita.it.

“Cuore di Slavia” fa parte di Bologna Estate 2022, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Territorio Turistico Bologna-Modena. E’ realizzato con il contributo del Comune di Bologna, della Regione Emilia Romagna, del Ministero della Cultura e della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, e riporta il marchio EFFE Label che riconosce i più significativi e originali festival europei.

 

(7 luglio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata