La Polizia Stradale di Bologna fa il bilancio del 2021

Ultime notizie

CONDIVIDI

di Redazione Bologna

Con 14.160 pattuglie di vigilanza stradale, di cui 12.275 in ambito Autostradale, la Polizia Stradale di Bologna ha accertato 31.036 infrazioni al Codice della Strada. Ritirate 806 patenti di guida e 824 carte di circolazione; 50.237 i punti patente complessivamente decurtati.

Nel corso dell’anno 2021, l’attività contravvenzionale ha fatto registrare un netto aumento delle violazioni, con un totale di 31.036 infrazioni rilevate rispetto alle 27.679 del 2020.

È stata posta particolare attenzione al contrasto di alcune specifiche fenomenologie negative riconducibili alla guida dei veicoli; nel dettaglio, sono state riscontrate 1.924 infrazioni per utilizzo del cellulare durante la guida, 1.565 infrazioni per mancato utilizzo delle cinture, 462 infrazioni per mancata copertura assicurativa, 265 infrazioni per guida in stato di ebbrezza, 224 infrazioni per guida senza patente, 3.058 infrazioni per mancato rispetto dei limiti di velocità e 1.383 infrazioni per inosservanza dei tempi di guida dei veicoli industriali.

Rilevante è il numero totale degli screening operati con i precursori, volti alla verifica delle condizioni psicofisiche dei conducenti, pari a 29.471.

Da un’analisi dei dati inerenti il numero degli incidenti stradali rilevati nel corso del 2021 nell’intera provincia, da parte della Polizia Stradale di Bologna, confrontati con il 2020, si evidenzia un aumento di circa un terzo del totale dei sinistri rilevati rispetto al 2020. Sono infatti 1.078 i sinistri rilevati globalmente (rispetto ai 781 del 2020), di cui 1.032 in ambito Autostradale (rispetto ai 776 del 2020) e 46 sulle altre strade (rispetto ai 5 del 2020).

L’aumento dell’incidentalità è connessa alla maggiore libertà di movimento avutasi nell’anno 2021 rispetto all’anno 2020, momento storico che ha visto, come principale misura di contrasto al virus COVID19, forti limitazioni alla circolazione stradale.

Per quanto riguarda il trend emergente dell’attività della Polizia Stradale in questa provincia circa il rilevamento di incidenti gravi o gravissimi, si registra che il numero degli incidenti mortali è più che raddoppiato, essendo pari a 14 nel 2021 (di cui 13 in ambito Autostradale) rispetto ai 6 del 2020; anche il dato risalente al numero di sinistri con feriti rilevati è risultato in aumento così come il numero delle persone che hanno riportato lesioni, passando da un totale di 351 incidenti nel 2020 a 378 (di cui 352 in ambito Autostradale)  nel 2021, per un totale di 615 persone ferite.

In aumento, con nr. 40 casi (+ 5 casi rispetto al 2020), gli incidenti stradali che si connotano per la positività all’accertamento in “stato di ebbrezza” o “stato di alterazione per sostanze stupefacenti o psicotrope” di uno dei conducenti coinvolti.

Nel corso del 2021 sono stati programmati servizi mensili, sia in questa provincia che a livello regionale, su materie particolarmente avvertite nella sensibilità collettiva, che hanno riguardato i settori di seguito riportati:

  • Cinture sicurezza e sistemi di ritenuta;
  • Assicurazione obbligatoria;
  • Autotrasporto nazionale ed internazionale di persone;
  • Trasporto di animali vivi;
  • Trasporto di sostanze alimentari;
  • Uso corretto apparati radio e telefoni alla guida di veicoli;
  • Stato di efficienza degli pneumatici;
  • Merci pericolose;
  • Trasporti eccezionali.

Per un totale di 97 servizi mirati di Polizia Stradale “controlli di legalità”.

Un’altra attività particolarmente rilevante riguarda i servizi predisposti per il controllo del trasporto professionale: oltre a verificare  gli esatti adempimenti normativi previsti per ritenere il veicolo idoneo ai fini della circolazione attraverso la predisposizione di servizi congiunti con i “Centri Mobili di Revisione” del Ministero delle infrastrutture e della Mobilità Sostenibili e relativo personale, sono svolte le attività di verifica dei comportamenti dei relativi conducenti; in particolare, si sono svolte verifiche relative alle merci trasportate, al posizionamento ed al peso del carico, al rispetto dei tempi di guida e di riposo dei conducenti oltre che al rispetto delle velocità attraverso le verifiche dei dati estrapolati dai cronotachigrafi, alla presenza delle dotazioni di sicurezza per i trasporti di merce particolare (ADR-merci pericolose, condizioni sanitarie, merci viaggianti in regime di temperatura controllata), oltre che le dotazioni  tecniche dei veicoli stessi (luci, impianto frenante, pneumatici e sistemi di sicurezza in genere). In particolare, sono stati svolti un totale di 27 servizi mirati per controllo ai veicoli industriali, 476 i veicoli industriali controllati e 403 le infrazioni rilevate.

Data la pandemia in corso e le conseguenti restrizioni nei movimenti sul territorio ora comunale, ora regionale ed ora ultraregionale, molti equipaggi appartenenti a questa Sezione sono stati coinvolti nei servizi coordinati organizzati dalla locale Questura, e riguardanti la verifica, dapprima, della sussistenza dei motivi riconosciuti idonei per i cittadini onde autorizzare gli spostamenti e, poi, del possesso della certificazione verde.

In particolare, nel 2021 sono stati 88 i servizi COVID coordinati, svolti da più pattuglie insieme e 3.305 i servizi COVID svolti con singola pattuglia di Polizia Stradale.

In materia di Polizia Giudiziaria, l’impegno è stato rivolto nella prevenzione e repressione dei delitti di specifica competenza, vale a dire riciclaggio ed illecita provenienza dei veicoli, truffe assicurative e illecito conseguimento delle patenti di guida.

Sul fronte della prevenzione, la Sezione Polizia Stradale di Bologna ha aderito a tantissime campagne di educazione stradale con cui la Polizia Stradale tenta di diffondere la cultura di una guida consapevole, tra cui i progetti ICARO e BICISCUOLA, di rilievo nazionale ed altre di rilievo locale. Quest’anno, poi, la Sezione di Polizia Stradale ha partecipato alla 28° edizione del Trofeo Lorenzo Bandini, tenendo una lezione sulla sicurezza stradale presso un istituto alberghiero, indirizzata agli studenti dell’ultimo anno, che sono gli automobilisti del futuro. Nella cerimonia di Assegnazione del Trofeo Bandini 2021 è stato premiato un dipendente della Sezione di Polizia Stradale di Bologna, il Sost. Comm. Stefano Stefanini per essersi distinto negli anni nell’attività di rilevazione dei sinistri stradali, oltre che ad aver, in più occasioni, dato lustro all’apporto della Polizia Stradale di Bologna nel contesto di manifestazioni sportive su strada.

Per raggiungere l’obiettivo europeo di zero morti su strada entro il 2050 occorre poter contare sul contributo di tutti, per cui c’è la necessità che, oltre all’impegno profuso dalla Polizia Stradale, si assista ad un cambiamento nella coscienza civile di tutti gli utenti della strada, che siano alla guida di una bicicletta, di  un monopattino o di un’auto o, ancor di più, di un tir.

Informa un comunicato stampa della Polizia di Stato.

 

(1 gennaio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata