HomeBologna SpettacoliMercoledì 1 settembre con Simona Sagone arrivano a Bologna “Ninne nanne: storie...

Mercoledì 1 settembre con Simona Sagone arrivano a Bologna “Ninne nanne: storie e canti popolari” da tutto il mondo

di Redazione, #Bologna

Arrivano ninne nanne da tutto il mondo mercoledì 1 settembre a Bologna, nell’Anfiteatro del parco di Villa Spada (ingresso al Parco da via Saragozza angolo via di Casaglia), ore 21.00, per la quarta edizione di “Feminologica”, la rassegna di teatro civile al femminile promossa e organizzata da Youkali APS.

Ninne nanne: storie e canti popolari è il titolo dello spettacolo per bambini (età: dai 4 anni in su) e adulti diretto e interpretato da Simona Sagone, affiancata sul palco da Sara Graci e dal musicista polistrumentista Mirco Mungari, per le voci recitanti di Sonila Kaceli: una partitura di suoni e parole con ninne nanne, fiabe e filastrocche popolari di diversi paesi, in cui non mancano gli omaggi a Gianni Rodari, Italo Calvino, Nico Orengo, Jacob e Wilhelm Grimm, Roberto Piumini e Federico García Lorca.

Se i bambini potranno apprezzare il racconto della tradizione contadina e dei canti popolari che le mamme sussurravano ai piccoli, gli adulti resteranno ammaliati dalla ricerca certosina delle musiche, con, al centro, il rapporto speciale madre e figlia/o, il momento della “nanna” e le serate riempite da una storia nell’angolo caldo della casa contadina.

Tra i canti popolari proposti, “La Siminzina” della tradizione siciliana, “O veni sonne di la muntagnella” di tradizione calabrese, “Fimmene fimmene chi sciati allu tabbaccu” della tradizione salentina, ma anche “Fa la nana” canto raccolto a Monghidoro, ma anche la “Nana de ribadelago” della tradizione spagnola, i due canti sefarditi “Ya saliò de la mar la galana” e “Durme”, il canto bulgaro “Polegnala e tudoro” e alcune nenie albanesi e africane.

Lo spettacolo toccherà varie tradizioni culturali e tempi diversi per approdare al presente: alla rottura, ancora oggi mai scontata e sempre più auspicabile – come dimostrano le ultime drammatiche vicende in Afghanistan – dell’immagine della madre “perfetta” e della bambina vestita di rosa destinata ad aspettare il principe in eterno, grazie al canto di protesta del Canzoniere delle Lame “O quante belle figlie”.

Lo spettacolo è una rivisitazione e ampliamento di “Ti racconto una ninna nanna” realizzato da Youkali nel 2010 in collaborazione con il Coro Multietnico Milrokosmos diretto dal M° Michele Napolitano. In questa occasione, la proposta musicale che affianca la parte attoriale è affidata alla cantante Sonila Kaceli specializzata in canto barocco e rimascimentale, e con una lunga frequentazione del canto popolare con il “LatinoBalcanica Ensemble” e con “Ensamble du Sud”.

Prenotazione obbligatoria per rispetto del protocollo Covid: tlf +39 3334774139 | info@youkali.it.

 

(30 agosto 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 



RELATED ARTICLES
Pubblicità
4,734FansMi piace
2,383FollowerSegui
125IscrittiIscriviti

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: