HomeBologna SpettacoliDoppio Quartetto. Dalla musica di Respighi alla poesia di Dalla, il 15...

Doppio Quartetto. Dalla musica di Respighi alla poesia di Dalla, il 15 agosto

di Redazione, #Bologna

Proseguono, anche nella sera di Ferragosto, gli appuntamenti del Respighi project , il primo festival in Italia dedicato a Ottorino Respighi, dal Cortile del Teatro del Baraccano ci si sposta nel Cimitero Monumentale della Certosa, grazie alla collaborazione con il Museo del Risorgimento. L’evento, dal titolo Doppio Quartetto. Dalla musica di Respighi alla poesia di Dalla, si svolgerà il 15 agosto alle 20.30. Una serata magica alla scoperta dell’anima della musica in Certosa, in tre emozionanti momenti: una visita guidata condotta dalla cooperativa Mirarte porterà il pubblico alla scoperta del grande museo a cielo aperto della Certosa, con un focus sul monumento funebre di Ottorino Respighi; Se io fossi un angelo, elaborazione drammaturgica dell’attore e regista Alessandro Tampieri: un omaggio alla poesia di Lucio Dalla, sepolto proprio accanto a Respighi; il Doppio Quartetto in re min, di Ottorino Respighi, eseguito dall’Orchestra del Baraccano, diretta da Giambattista Giocoli, costituirà la tappa conclusiva del percorso.

Ricco di influssi provenienti dalla musica di J. Brahms ed in generale del tardo Romanticismo tedesco, il Doppio Quartetto in re minore, datato 1900, rientra nella produzione giovanile di Respighi, che è caratterizzata da ricerca e sperimentazione.

In tale produzione sono già fortemente presenti tre aspetti chiave dell’artista, riconoscibili in buona parte anche nel brano in programma: la predilezione per la musica strumentale, in un contesto storico in cui la tradizione belcantistica la faceva indubbiamente da padrona, l’innegabile predisposizione verso una personalissima e ricca tavolozza timbrica e l’amore per “l’antico”, che si svilupperà più tardi. Roberto Noferini suonerà il violino appartenuto a Ottorino Respighi, un violino di prestigiosa antica liuteria bolognese, costruito nel 1730 ca. dal liutaio Florenus Guidantus (1687-1760).

 

Orchestra del Baraccano
Roberto Noferini, Henry Domenico Durante, Luca Ranzato, Matteo Anderlini violini
Lorenza Merlini, Thomas Cavuoto viole
Giacomo Grava e Francesco Stefanelli violoncelli
direttore Giambattista Giocoli 
Info: 3939142636 | teatrodelbaraccano@gmail.com

 

 

(11 agosto 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 



RELATED ARTICLES
Pubblicità
4,734FansMi piace
2,382FollowerSegui
125IscrittiIscriviti

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: