Editoria. Solidarietà della Regione ai giornalisti di Gazzetta di Reggio, Gazzetta di Modena e Nuova Ferrara in sciopero

Ultime notizie

Alluvione. Cala di 57 unità il numero di persone accolte nelle strutture di protezione civile o in albergo

Continua il monitoraggio delle frane, stabile a 936 il numero dei dissesti principali. 1.573 gli operatori sul campo, considerando sia i volontari di protezione civile che il personale tecnico, amministrativo e di polizia locale messo a disposizione da Anci

Goffredo Bettini, le “sensibilità” su temi lgbti+ e i suoi mal di pancia

L'intervista dopo che la firma di Bettini, appare tra quelle in calce al documento della rete No Gpa contro la maternità surrogata chiamata, volgarmente, utero in affitto in onore a Meloni e compagnia

CONDIVIDI

di Redazione, #emiliaromagna

Auspichiamo che si creino le condizioni necessarie per tornare, con serenità, al tavolo del confronto sul futuro dei giornalisti e di quello delle testate. Farlo è necessario per disegnare insieme soluzioni condivise che non penalizzino i lavoratori e consentano di realizzare gli investimenti annunciati”.

Solidarietà della Regione Emilia-Romagna ai giornalisti in sciopero di Gazzetta di Reggio, Gazzetta di Modena e Nuova Ferrara viene espressa dal sottosegretario alla Presidenza della Giunta, Davide Baruffi, e dall’assessore regionale al Bilancio, Paolo Calvano.

I giornalisti delle storiche testate emiliano-romagnole, radicate nel panorama informativo regionale e nazionale, sono in stato di agitazione dopo aver respinto la proposta dell’editore, Gruppo Sae, di ricorso “massiccio” agli ammortizzatori sociali.

“È necessario che venga tutelato il patrimonio di professionalità che i giornalisti rappresentano, insieme a tutti gli altri lavoratori e lavoratrici che ogni giorno danno vita ai tre quotidiani emiliani. Così come va perseguita e concretizzata una prospettiva editoriale che abbia nella qualità dell’informazione e nell’attenzione verso i lettori elementi imprescindibili per il pluralismo di voci che contraddistingue una società aperta e innovativa”, aggiungono Baruffi e Calvano.

Sae meno di un anno fa ha rilevato dal Gruppo editoriale Gedi la proprietà dei tre quotidiani emiliano-romagnoli e del Tirreno.

 

(12 maggio 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata