Home / Ferrara / La gaffeur Borgonzoni riesce a scambiare Bologna con Ferrara

La gaffeur Borgonzoni riesce a scambiare Bologna con Ferrara

di G.G. #Maiconsalvini twitter@bolognanewsgaia #Politica

 

Non passa giorno senza che Borgonzoni di nome Lucia non ne regali una: una più esilarante dell’altra. La candidata leghista infila una gaffe dietro l’altra – e anche il suo sodale di coalizione tal Barcaiuolo di nome Michele esponentissimo dell’allegra brigata (sempre più allegra, li danno in crescita finché qualcuno non griderà più forte della bionda leader) di Fratelli d’Italia per la circoscrizione Modena non le fa mancare nulla, chiamandola Bergonzoni – è riuscita a pubblicizzare un evento che la vedrebbe protagonista a Bologna mettendo sullo sfondo una foto di Ferrara.

Non stupisce, se pensiamo che la candidata leghista ha detto che l’Emilia Romagna confina a nord con il Trentino Aldo Adige, ha fatto due proposte di legge ignorando che quelle leggi sono già in vigore da anni, e viene oscurata persino dal suo augusto segretario protagonista anche il 9 gennaio scorso di un’uscita in territorio emiliano da trenta persone ben strette attorno a lui ché nei selfie si viene meglio perché sembriam di più e in altre due o tre località semi-deserte.

Così il presidente uscente Stefano Bonaccini è stato costretto, anche se certamente ha cose più importanti di cui occuparsi, a correggere l’ennesimo sfondono della assai poco presentabile, ma ormai sta lì, candidata leghista Borgonzoni o Bergonzoni che barcaiuolo si voglia.

Poi l’efficientissimo staff borgonzoniano sostituisce la foto e il post, ma è troppo tardi. Il mondo è pieno di gente cattiva che non ne perdona una. Lo sappiamo benissimo, credeteci…

 

(10 gennaio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 




2 commenti

  1. Roberto Baruffini

    Cari amici
    la Borgonzoni non conosce la differenza tra Bologna e Ferrara, ma voi, volendo fare i professorini, dimostrate di essere assolutamente asini in francese. La gaffeur è una stronzata grossa come una casa trattandosi di donna. Sarà quindi gaffeuse, poichè gaffeur è maschile (gaffeur \ɡa.fœʁ\ masculin (pour une femme on dit : gaffeuse). E dire che appena sotto la vostra fesseria, avevate pure la pubblicità di un marchingegno che dovreste essere i primi ad utilizzare: “Una geniale innvezione giapponese ti permette di comunicare in ogni lingua”. Si tutti meno voi poveri coglionazzi. Che figura di merda!!!!!!

    • Ha ragione,ed avevamo pensato a questa possibilità. Tuttavia, lei che conosce e frequenta, dovrebbe sapere che ai barbarismi viene generalmente assegnato il genere maschile. Succede spessissimo per la lingua inglese, spesso per quella francese. Dunque nessun professorino e nessun coglionazzo. Soltanto normale amministrazione e normale reazione di chi reagisce con fastidio ad un articolo, ma non vuole darlo a vedere e se la prende con quelli che chiama professorini. Un’ultima cosa. Alla prossima offesa personale, parte la querela. Cordialità

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*