Home / Cultura / Cuore di Tokyo, è festa col debutto di Suzuki e il concerto di Noriko. A Bologna il 7 luglio

Cuore di Tokyo, è festa col debutto di Suzuki e il concerto di Noriko. A Bologna il 7 luglio

di Redazione #Bologna twitter@bolognanewsgaia #TeatridiVita

 

Una domenica ricchissima di appuntamenti al festival “Cuore di Tokyo”, fin dal mattino. Domenica 7 luglio cade infatti una delle ricorrenze tradizionali giapponesi più affascinanti: “Tanabata Matsuri”, la caratteristica festa “delle stelle innamorate”, durante la quale si appendono agli alberi foglietti con i propri desideri. Anche a Teatri di Vita e nel Parco dei Pini, a partire dalle ore 10.30 fino a sera (via Emilia Ponente 485, Bologna; tel. 333.4666333; www.teatridivita.it) si potranno appendere i propri desideri, ma non solo. Il programma è ricco di danza, cinema, musica e incontri. Dalla prima nazionale del doppio assolo di Ryu Suzuki, stella emergente della danza contemporanea nipponica, alla selezione di cortometraggi tra animazione, sguardo sociale e raccoto erotico; dall’incontro tra l’ex ambasciatore Domenico Giorgi e l’assessore alla cultura Matteo Lepore, all’incontro sul premio Nobel Yasunari Kawabata; dal laboratorio per imparare a creare la cosiddetta carta di riso al concerto di Tujiko Noriko, regina della musica elettronica, soprannominata “la Björk giapponese”.

Il programma inizia alle ore 11 con il laboratorio di fabbricazione della carta washi (la cosiddetta “carta di riso”), condotto da Akiyama Nobushige; il laboratorio di danza condotto da Yoshiko Chuma; e l’apertura della mostra delle illustrazioni del creatore di Capitan Harlock, Leiji Matsumoto (ingresso libero). A seguire, il pranzo nel parco sarà l’occasione per immergersi nell’atmosfera festiva giapponese con i “cestini di Tanabata”.

Alle ore 17.00 è in programma la videodanza giapponese in collaborazione con ZED Festival (ingresso libero).

Alle ore 17.30 l’incontro con Ivonne Capece, Matteo Casari e Marzio Badalì sul nuovo progetto teatrale della compagnia (S)blocco5 che muove dal romanzo La casa delle belle addormentate del premio Nobel Yasunari Kawabata (ingresso libero).

Alle ore 18.00 happening nel parco con la performance della coreografa Yoshiko Chuma, “Secret Journey – Tipping Utopia into Tokyo”.

Alle ore 19.30 tocca al dialogo tra Domenico Giorgi, ambasciatore italiano a Tokyo fino al 2017, e Matteo Lepore, assessore al turismo, alla promozione della città e alla cultura del Comune di Bologna, sugli antichi e nuovi rapporti tra Italia e Giappone.

Alle ore 20.30 Eva Robin’s legge la lezione “Sul piacere” tratta dalle “Lezioni spirituali per giovani samurai” di Yukio Mishima, in un progetto curato da Andrea Adriatico (ingresso libero); e a seguire debuttano in prima nazionale due assoli premiati di Ryu Suzuki, uno dei più incisivi giovani coreografi giapponesi: due riflessioni sul corpo in rapporto all’identità dell’artista e alle trasformazioni dell’età.

Alle ore 22.00 il cinema ci porta a scoprire l’ “Arcipelago Giappone”: quattro cortometraggi inediti in Italia: “Signature” di Kei Chikaura, racconto dedicato all’immigrazione cinese in Giappone; “A Branch of a Pine Is Tied Up” di Tomoyasu Murata, corto d’animazione dedicato allo tsunami; “Kyo-netsu” di Yuji Mitsuhashi, racconto tra erotismo e ironia; “Dear My (Im)possible Baby”, documentario della televisione nazionale giapponese sulla mostra “(Im)possible Baby” di Ai Hasegawa.

Alle ore 23.00 Tujiko Noriko in concerto: una delle più appassionate interpreti contemporanee di musica elettronica del filone glitch pop, la Björk del Giappone.

 

E intanto, nella Sala Studio di via del Pratello 90/a prosegue dalle 17 alle 23 la mostra di Ai Hasegawa “(Im)possible baby” che spinge le possibilità biotecnologiche ai limiti della bioetica, immaginando la procreazione di una coppia lesbica senza apporto del seme maschile.

Il festival, che si conclude il 10 luglio, si svolge nell’ambito di “Bologna Estate”; con il patrocinio del Consolato Generale del Giappone a Milano e della Camera di Commercio e Industria Giapponese in Italia; con il sostegno di Campani Group, Compagnie des Hotels, Asahi e Kc Travel; e ha ottenuto la Effe Label, marchio di qualità dei festival europei concesso dalla EFA.

 


(6 luglio 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 




 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*