Home / Notizie / La Casa della Salute di San Lazzaro di Savena (Bo) più grande e più moderna grazie a un investimento di 3,4 milioni di euro, di cui 2,5 dalla Regione

La Casa della Salute di San Lazzaro di Savena (Bo) più grande e più moderna grazie a un investimento di 3,4 milioni di euro, di cui 2,5 dalla Regione

di Redazione #Sanità twitter@bolognanewsgaia #Bologna

 

Diventerà più grande, ma anche più moderna e dotata di tecnologie all’avanguardia. E’ la Casa della Salute di via Repubblica a San Lazzaro di Savena (Bo), che sarà completamente rivisitata grazie ad un maxi investimento di 3,4 milioni di euro, 2,5 dei quali messi a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna e la parte restante dal Comune di San Lazzaro.

Si tratta di un ampliamento della struttura sanitaria già esistente, secondo gli standard più innovativi in tema di sicurezza, confort, sostenibilità energetica. In linea con le ultime linee guida emanate dalla Regione Emilia-Romagna in materia. Alla presentazione del progetto della nuova ala della Casa della Salute, prevista per lunedì 1^ luglio a San Lazzaro, alle 20.30 alla sede Arci, parteciperanno Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna, Isabella Conti, sindaca di San Lazzaro, e Chiara Gibertoni, direttore generale dell’Azienda Usl di Bologna.

Nel pomeriggio di lunedì il presidente Bonaccini visiterà anche l’Area Pediatrica dell’Istituto delle Scienze Neurologiche di Bologna (ISNB), subito prima del Comune di San Lazzaro, dove l’associazione ‘Bimbo Tu’ ha realizzato il Progetto Lucrezia che ha reso l’area a misura di bambino.

Ad accompagnarlo nella visita,  assieme al direttore generale dell’Azienda Usl di Bologna, Chiara Gibertoni, i responsabili dell’Associazione che ha per scopo di portare aiuto, assistenza e supporto, materiali, logistici, morali, psicologici ed economici, direttamente ed indirettamente, ai bambini ed alle famiglie dei bambini affetti da Tumori del Sistema nervoso e da altre gravi patologie encefalo-midollari. Ti.Ga.

 

Il progetto di ampliamento

La nuova Casa della Salute integrerà l’offerta della struttura già esistente con un ampliamento di circa 1.000 metri quadri.

Il progetto consentirà di potenziare i servizi attualmente presenti e di attivarne di nuovi, organizzando gli spazi per aree di funzioni, in modo da facilitare la vicinanza e quindi il rapporto tra i professionisti di varie professionalità che vi operano e favorire il consolidamento della comunità professionale e il rapporto con la comunità sociale.

L’ampliamento degli spazi destinati agli ambulatori consentirà di aumentare sia la varietà dell’offerta della specialistica ambulatoriale (ad oggi 14 specialità presenti), introducendo ad esempio la reumatologia, la gastroenterologia e la psichiatria che sviluppare l’offerta delle specialità già presenti.

Saranno quindi sviluppate le attività di prevenzione, presa in carico integrata multi-professionale e multi disciplinare per la gestione delle patologie croniche (diabete, esiti di infarto del miocardio, esiti da ictus e da emorragia cerebrale, bronchite cronica, enfisema, cirrosi epatica, neoplasie, Parkinson, Alzheimer, demenze).

Nell’area materno infantile è previsto un ampio spazio multifunzionale destinato alle attività di Corsi per le Mamme in attesa e attività ludiche per i bambini in carico alla pediatria di comunità.

Sarà presente uno “Spazio Mamma” per consentire l’allattamento e il cambio dei piccoli in un ambiente riservato, durante le attese per accedere ai servizi.

Adiacente all’area materno-infantile e pediatrica, sono stati individuati spazi per accogliere la neuropsichiatria e la logopedia, saranno inoltre disponibili ambulatori di pedodonzia per la presa in carico precoce delle malformazioni odontoiatriche.

Nella nuova Casa della Salute sarà disponibile un’area fisiatrica con ambulatorio specialistico e una palestra per la fisioterapia adulti.

Adiacenti: l’area prelievi e terapia iniettiva, l’ambulatorio per la cronicità e la geriatria territoriale

L’area destinata alla Diagnostica Radiologica e Mammografica sarà completamente rinnovata ampliando anche gli spazi attesa.

Nella nuova struttura il primo piano è progettato per essere disponibile per la Medicina Generale.

Sempre nella nuova struttura sarà presente una ampia sala Polivalente: uno spazio che sarà destinato ad attività di relazione, formative ed informative, rivolte alla comunità dei cittadini, realizzabili dai professionisti della comunità professionale ma anche dalle Associazioni di volontariato e dalle realtà sociali attive sul territorio.

Nella nuova struttura sarà inoltre disponibile per gli operatori una Sala dedicata al consumo pasti.

Per quanto riguarda l’accesso alla nuova Casa della Salute, sarà effettuata una revisione degli spazi disponibili per destinazione parcheggio, con l’obiettivo di rendere maggior spazio disponibile sia per il pubblico che per gli operatori.

 

La Casa della Salute oggi

Attualmente nella Casa della Salute di San Lazzaro, che lavora in collaborazione con la Casa della Salute di Ozzano e la struttura di Monterenzio, operano 190 professionisti e ospita, tra gli altri, i servizi di accesso, come CUP e anagrafe sanitaria, l’URP distrettuale, 14 ambulatori specialistici, il reparto di diagnostica, radiologia ed ecografia, la farmacia per la distribuzione diretta dei farmaci. Sono inoltre presenti i servizi infermieristici ambulatoriali e domiciliari, la distribuzione degli ausili per l’incontinenza, il Consultorio familiare e la pediatria di comunità. Oltre all’ambulatorio diurno di continuità assistenziale ad accesso diretto con i medici di continuità assistenziale, gli operatori del servizio socio-sanitario. Inoltre, con la recente installazione di 2 mammografi di ultima generazione, la Casa della salute è diventata anche un importante polo per la prevenzione del tumore alla mammella.

Si tratta dunque di una struttura complessa che rappresenta il punto di riferimento sanitario

per i 32mila cittadini residenti nel Comune e, per alcune funzioni, anche per i 77mila residenti nel Distretto.

L’utenza della casa della salute di San Lazzaro ha un’età media di 47 anni ed 1 abitante su 4 ha oltre 65 anni. Gli ultra 75enni sono il 13,8%.

È in aumento costante la domanda per la gestione delle patologie croniche, il 55% degli over 75enni è affetto da patologie croniche multiple che necessitano di presa in carico multi-professionale integrata.

 

 

 

 

(28 giugno 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 




 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*