Pubblicità
13.9 C
Bologna
12.6 C
Roma
PubblicitàAcquista i giubbotti Canadians Classics sul sito ufficiale!
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
HomeBolognaIl 20 luglio sciopero nazionale lavoratori appalti FS con presidio a Bologna

Il 20 luglio sciopero nazionale lavoratori appalti FS con presidio a Bologna

di Redazione #Lavoro twitter@gaiaitaliacomlo #Trasporti

 

 

E’ stato proclamato per venerdì 20 luglio 2018 lo Sciopero nazionale del personale dipendente di tutte le aziende che operano nel settore degli appalti ferroviari e a livello regionale dell’appalto pulizia treni Emilia Romagna. L’astensione riguarderà il primo mezzo turno di lavoro per ogni turno di lavoro.

Il settore è stato colpito negli ultimi anni da una pesante crisi con effetti occupazionali negativi e parte delle responsabilità ricadono anche sulle committenti del Gruppo FS. Tra i punti più critici:

  • affidamento dei lotti messi a gare con ribassi eccessivi;
  • cambi continui delle imprese alle quali vengono affidati i servizi;
  • mancata applicazione delle clausole sociali e occupazionali in palese violazione del dlgs 50/2016 e s.m.i e del Contratto di lavoro;
  • esaurimento degli ammortizzatori sociali introdotti dal D.L.148/15.

In Emilia Romagna nell’ambito delle assegnazioni di gara (in particolare pulizia treni), stiamo assistendo alla spartizione di medesimi lotti d’appalto tra più soggetti, venendo a mancare i vantaggi che si possono generare in termini di economie di scala. A seguito di questo “spezzatino” è sistematica la dichiarazione di esuberi da parte delle aziende col sempre più frequente ricorso ai contratti di solidarietà o addirittura applicazioni di contratto di lavoro diversi da quello del settore delle attività ferroviarie. Una situazione che riteniamo possa anche vanificare gli ingenti investimenti e sforzi che la Regione Emilia Romagna ha messo in campo nel settore nell’ultimo mandato.

In questo contesto poi si aggiungono le gravi ricadute occupazionali che si sono generate e che si genereranno, a seguito del ridimensionamento di attività e della progressiva chiusura di impianti, come già avvenuto per i Ferrotel presenti in regione (con la sola esclusione di Bologna C.le) e la dismissione dell’OMC (ex OGR) di Bologna in via Casarini. Lo sciopero mira a porre fine a quella che il comunicato giunto in redazione chiama “degenerazione di sistema”, a tutela del mantenimento dei livelli occupazionali. Il 20 luglio le OO.SS. Regionali organizzano in Emilia Romagna un presidio dei lavoratori degli Appalti FS presso il piazzale antistante la Stazione di Bologna C.le dalle ore 9 alle ore 10.

 





 

(18 luglio 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, in riproduzione vietata

 

 

 





 

 

 

ALTRO DA LEGGERE