Home / Altre Città / #INDIFESA delle bambine e delle ragazze. Il Comune di Parma aderisce alla Campagna di Terres des Hommes

#INDIFESA delle bambine e delle ragazze. Il Comune di Parma aderisce alla Campagna di Terres des Hommes

di Gaiaitalia.com, #Parma

 

 

La campagna #INDIFESA” ha il colore arancione: una “Rivoluzione arancione” per un concreto cambiamento della condizione di vita delle bambine e delle ragazze. E la scelta è caduta sull’arancione, colore di molte rivoluzioni e segnale di rottura contro gli stereotipi di genere, che impone il rosa come colore delle bambine.

Oggi 11 ottobre si celebra, a livello mondiale, la Giornata Mondiale delle bambine e delle ragazze con l’intento di stimolare la diffusione della cultura del rispetto e della prevenzione della violenza e della discriminazione di genere a partire dalle e dai minorenni.

Il Comune di Parma ha risposto all’appello e ha aderito alla campagna #INDIFESA di Terres des Hommes, organizzazione leader in Italia nella promozione e protezione dei diritti delle bambine e delle ragazze impegnata, da oltre cinquant’anni, nella protezione dell’infanzia, membro della coalizione internazionale Girls Not Brides (Bambine, Non Spose) e dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS).

Per questo la Giunta, al completo, ha indossato un simbolo di colore arancione a testimonianza dell’impegno del Comune di Parma per la diffusione di una cultura del rispetto e della prevenzione della violenza di genere e di ogni tipo di discriminazione.



Inoltre il Comune ha realizzato alcune azioni di comunicazione e di sensibilizzazione per portare avanti la Campagna #INDIFESA fra cui il colore arancione per i profili sui canali Social del Comune e l’appello all’intera cittadinanza a partecipare alla Campagna indossando qualcosa di arancione o utilizzando la “cornice” dedicata per il profilo Facebook e per questo si può consultare il sito terresdeshommes.it/indifesa/attivati.

La Campagna #INDIFESA ha il sogno di un mondo in cui nessuna bambina venga abusata, sfruttata, sposata senza il suo consenso e costretta a lasciare la scuola e diventare madre quando ancora il suo corpo non è pronto. E’ necessario stimolare la diffusione di una cultura del rispetto e della prevenzione della violenza e delle discriminazioni di genere. Sono questi i temi centrali per uno dei più importanti e trasversali obiettivi dello Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 a cui anche l’Italia ha aderito: il raggiungimento della Parità di Genere, l’emancipazione e l’autostima di tutte le donne le bambine e le ragazze.




(11 ottobre 2017)

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*