Home / Altre Città / A Rimini il cane Zeus cerca casa

A Rimini il cane Zeus cerca casa

di Gaiaitalia.com, #Bologna

 

 

 

Non bisogna essere solo bravi, belli, buoni… nella vita occorre anche un pizzico di fortuna, quella che Zeus, un meraviglioso pastore tedesco di 10 anni, nato in allevamento con un ottima genealogia comprovata dal suo pedigree, non ha più avuto da quando il 10 febbraio entra in canile a seguito del decesso del suo proprietario.

Zeus, oltre al dolore della perdita del proprietario e allo smarrimento per la sua nuova vita non più tra gli affetti domestici ma con tanti compagni in canile, deve fare i conti anche con una insidiosa otite cronica sull’orecchio destro. E’ in cura da anni ma la natura della sua patologia non ne consente per ora la completa guarigione.

Ma Zeus è un cane davvero fantastico. E lo dimostra anche nella pazienza e nella consapevolezza con le quali si lascia curare dagli operatori e dal medico veterinario del canile comunale di Rimini, Stefano Cerni di San Salvatore che premurosamente, giorno dopo giorno, lo seguono. Viene sottoposto a tutti i trattamenti e a regolari controlli senza mai manifestare il minimo segnale di insofferenza perché sente che quello che si sta facendo per lui è rivolto ad alleviare il suo dolore e permettergli una qualità della vita migliore.

Zeus è un gigante buono e, se possibile, ancor più dolce per il suo aspetto che colpisce tutti per la posizione buffa che ha assunto l’orecchio destro. “Sono qua” – sembra dire, mentre, un orecchio su, un orecchio giù, vi guarda – “si gioca?”

Gli operatori del canile Stefano Cerni sono certi che per lui l’adozione del cuore sia alle porte. Presto arriverà la sua nuova famiglia che sarà sempre seguita e sostenuta dagli operatori della struttura, dall’educatore, dalla direzione sanitaria, tutti sicuri che, nel nuovo contesto famigliare in cui tra gli affetti è vissuto e cresciuto fin da cucciolo, potrà trovare giovamento anche la sua salute e che il “grande cuore di Rimini” saprà non deluderli nemmeno questa volta.

 

 

 

(25 giugno 2017)




 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*