Home / Altre Città / Parma, superati livelli limite per l’ozono. Le precauzioni da adottare

Parma, superati livelli limite per l’ozono. Le precauzioni da adottare

di Gaiaitalia.com, #Parma

 

 

 

Nei giorni scorsi le centraline di monitoraggio della qualità dell’aria di Arpa hanno rilevato il superamento dei livelli limite per l’ozono, la soglia  è di 180 mg/metro cubo. Ciò si è verificato in gran parte della regione Emilia-Romagna, soprattutto a causa delle particolari condizioni atmosferiche. In considerazione dei superamenti, il Comune di Parma raccomanda ai soggetti a rischio – bambini, sportivi, persone con malattie respiratorie –  di evitare l’esposizione prolungata e l’attività fisica, anche moderata, all’aperto nelle ore più calde e di massima insolazione della giornata. A prescindere dai livelli di concentrazione dell´ozono le raccomandazioni di AUSL e Regione sono di integrare la dieta in queste giornate che si prevedono di particolare caldo, con cibi che contengono sostanze antiossidanti. I suggerimenti dietetici del Servizio sanitario regionale si basano sul presupposto che l´esposizione ad ozono riduca la concentrazione di sostanze anti-ossidanti, sia a livello del muco delle vie respiratorie sia a livello plasmatico. La presenza di questi anti-ossidanti rappresenta una difesa dell’organismo nei confronti dell´azione lesiva di sostanze ossidanti come l´ozono. Occorre perciò assumere con la dieta alimenti ricchi di vitamina C (agrumi, ribes, fragole, kiwi, pomodori, peperoni, patate), vitamina E (germogli di grano e/o di soia, lecitina di soia, olio di fegato di merluzzo, olio di semi di girasole, di soia di mais crudi), selenio (pesce, legumi, carne, aglio) e fibre (cereali e prodotti da forno integrali, crusca, frutta e verdura fresche).

 

 

(21 giugno 2017)



 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*