Home / Comune di Bologna / Bologna, consiglio comunale: approvati tre ordini del giorno

Bologna, consiglio comunale: approvati tre ordini del giorno

di Redazione

 

 

 

 

Il primo, approvato all’unanimità, propone la sottoscrizione di un patto per il lavoro di sito per assicurare continuità occupazionale ai lavoratori impiegati negli appalti, a partire dalla trattativa su BolognaFiere, ed è stato presentato dai consiglieri Raffaele Persiano, Michele Campaniello, Piergiorgio Licciardello (Partito Democratico) e Federico Martelloni (Coalizione civica).
A seguito dell’emendamento presentato dal consigliere Martelloni in aula, l’avvio dell’ultimo capoverso del testo approvato (rispetto al testo allegato) risulta così riformulato:

“Invita inoltre il Sindaco e la Giunta a promuovere la sottoscrizione di un “patto per il lavoro di sito”, sia in un’ottica di tutela del personale dipendente sia funzionale ad assicurare continuità occupazionale […]”.

Il secondo ordine del giorno, presentato dal consigliere Andrea Colombo (Partito Democratico) sul 60° anniversario dei Trattati di Roma e la manifestazione del 25 marzo, è stato votato per parti separate. La prima votazione, su tutto il testo così come emendato in Aula, escluso l’ultimo capoverso da “aderisce” è stato approvato con 19 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune con Amelia, Coalizione civica), 6 astenuti (Movimento 5 Stelle, Lega nord e Insieme Bologna) e 2 non votanti (Forza Italia). L’ultimo capoverso è stato approvato con 17 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune con Amelia), 7 astenuti (Movimento 5 Stelle, Insieme Bologna e Coalizione civica) e 2 non votanti (Forza Italia). L’ordine del giorno completo è stato infine approvato con 19 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune con Amelia, Coalizione civica), 6 astenuti (Movimento 5 Stelle e Insieme Bologna) e 3 non votanti (Forza Italia e Lega nord).

Il terzo ordine del giorno, sulla riqualificazione urbana delle piazzette Marco Biagi, Giorgio Morandi e San Nicolò, presentato dai consiglieri Colombo, Li Calzi, Leti ed Errani (Partito Democratico) e Venturi (Insieme Bologna) è stato approvato con 23 voti favorevoli (Partito democratico, Movimento 5 Stelle, Insieme Bologna e Coalizione civica) e 3 non votanti (Lega nord e Forza Italia).



 

(21 gaiaitalia.com 2017)

 




 

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*