Pubblicità
20.6 C
Bologna
18.2 C
Roma
PubblicitàAcquista i giubbotti Canadians Classics sul sito ufficiale!

EMILIA-ROMAGNA

PubblicitàFlixbus
Pubblicità

BOLOGNA SPETTACOLI

Pubblicità
Pubblicità
HomeEmilia RomagnaCultura, pace e diritti umani: la Regione stanzia 220mila euro per sostenere...

Cultura, pace e diritti umani: la Regione stanzia 220mila euro per sostenere iniziative culturali, educative, informative, didattiche e di ricerca

GAIAITALIA.COM BOLOGNA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione Emilia-Romagna

Sostegno a iniziative culturali, educative, informative, didattiche e di ricerca per sensibilizzare la comunità regionale ai valori della pace, dei diritti umani, dell’educazione alla cittadinanza globale e della solidarietà internazionale.

Al via un bando della Regione per progetti promossi da Enti locali, Università, Terzo settore e fondazioni, per sostenere una cultura della pace e dei diritti, in linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’Onu per lo sviluppo sostenibile. La Regione ha messo a disposizione 220mila euro per il bando, che è aperto a Enti locali (Comuni, Unioni comunali, Province e Città metropolitana), Università e soggetti senza finalità di lucro (Organizzazioni non governative, di utilità sociale, volontariato, promozione sociale, cooperative sociali e fondazioni), con sede legale o operativa in Emilia-Romagna.

“Sono temi che non sono mai stati attuali come oggi- ha commentato l’assessore regionale alla Cultura e Paesaggio, Mauro Felicori-, il moltiplicarsi dei conflitti e delle zone di crisi, anche alle porte dell’Europa, sono lì a ricordarcelo quotidianamente. Anche per questo credo ci sia bisogno che la Regione contribuisca a costruire percorsi e iniziative che possano far crescere una cultura della pace e dei diritti nella nostra comunità”.

Saranno ritenute prioritarie le iniziative per i giovani e quelle per la riduzione dei divari territoriali tra aree interne e montane del territorio regionale. Le domande di contributo online per le iniziative possono essere inviate, tramite la piattaforma Siber, fino alle ore 16 del 18 aprile 2024. I progetti si dovranno concludere entro l’anno e potranno contare su un contributo fino al 70% delle spese ritenute ammissibili, da un minimo di 5mila a un massimo di 20mila euro. Per ulteriori aggiornamenti è possibile consultare il portale regionale al seguente link.

Informa un comunicato stampa della Regione Emilia-Romagna.

 

(28 marzo 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 

 



Pubblicità

LEGGI ANCHE