Pubblicità
9 C
Bologna
16 C
Roma
PubblicitàAcquista i giubbotti Canadians Classics sul sito ufficiale!

EMILIA-ROMAGNA

PubblicitàFlixbus
Pubblicità

BOLOGNA SPETTACOLI

Pubblicità
Pubblicità
HomeBolognaBologna. Sequestri della DIGOS tra sit-in di protesta

Bologna. Sequestri della DIGOS tra sit-in di protesta

GAIAITALIA.COM BOLOGNA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Nella mattinata odierna personale DIGOS ha proceduto all’esecuzione di due decreti di sequestro preventivo emessi dall’Autorità Giudiziaria di Bologna e relativi ad immobili ubicati in questa via San Giacomo e via di Corticella, oggetto di illecita occupazione nei decorsi mesi, per la quale i legittimi proprietari avevano formalizzato regolare denuncia.

In entrambe le circostanze gruppi di attivisti aderenti a locali organismi hanno improvvisato sit-in di protesta. Si è quindi resa necessaria un’azione di respingimento, effettuata con calibrata energia, che ha permesso di ristabilire la calma senza particolari criticità.

Tuttavia, mentre l’operazione in via San Giacomo si è svolta senza criticità, in via di Corticella i manifestanti hanno immediatamente bloccato la circolazione stradale. Successivamente si sono avvicinati al personale del Reparto Mobile schierato inveendo contro di esso e lanciando alcuni cassonetti di rifiuti. Ci sono stati piccoli incidenti, ma la calma è stata ristabilita in pochi minuti. Dopo alcune ore, allorquando dal vicino Istituto Superiore Aldini Valeriani sono usciti gli studenti al termine delle lezioni, alcune centinaia di essi si sono immediatamente uniti al gruppo di manifestanti prendendo a lanciare, proditoriamente e senza alcun motivo, nei confronti degli agenti pietre, uova e materiale vario. Si è resa necessaria quindi una ulteriore azione di alleggerimento per evitare più gravi conseguenze al personale schierato.  Nella circostanza il Dirigente della DIGOS, 2 agenti del medesimo ufficio e 8 poliziotti dei Reparti Mobili di Bologna e Padova hanno riportato contusioni e lesioni. Le maggiori criticità sono apparse riguardare il funzionario, portato via in autoambulanza, nei confronti del quale sono in corso accertamenti clinici presso l’Ospedale Maggiore. Nel frattempo è continuata l’opera di mediazione, mai interrottasi, nei confronti degli occupanti, con l’ausilio dei Servizi Sociali del Comune – che si ringraziano per la fattiva collaborazione – al fine di indurli a lasciare lo stabile in sicurezza e tranquillità.

Sono immediatamente partite le attività di ricostruzione investigativa degli accadimenti, al fine di individuare ogni responsabilità e operare le conseguenti segnalazioni all’Autorità Giudiziaria.

Il comunicato stampa inviato in redazione è pubblicato integralmente.

 

 

(6 dicembre 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



LEGGI ANCHE