“Get up! Stand up!” La nuova stagione settembre-dicembre di Teatri di Vita con 16 appuntamenti

Ultime notizie

CONDIVIDI

di Redazione Spettacoli

Sedici appuntamenti di teatro, danza, musica e comicità per la stagione autunnale, da settembre a dicembre, di Teatri di Vita – Centro di produzione di teatro di innovazione nell’ambito della sperimentazione (via Emilia Ponente 485, Bologna; tel. 333.4666333; teatridivita.it). La stagione è realizzata in convenzione con il Comune di Bologna, con il contributo della Regione Emilia Romagna e del Ministero della Cultura.

“Get up! Stand up!” è l’esortazione di Bob Marley a non essere passivi spettatori del mondo e della storia, ma a prendere in mano il proprio destino: un canto d’impegno, che è stato scelto come titolo di una stagione che, come consuetudine, unisce tanti linguaggi e tanti temi per provare a osservare il mondo contemporaneo e le sue emergenze con occhi diversi.

Dopo l’inaugurazione con la danza internazionale con lo spettacolo “Elisabeth gets her way” di Jan Martens, all’interno del festival Gender Bender, la stagione entra subito nel vivo con la nuova produzione di Teatri di Vita “XYZ. Dialoghi leggeri tra inutili generazioni” di Andrea Adriatico che mette a confronto ogni sera 1 attrice e 12 attori di tre diverse generazioni con una persona candidata alle elezioni parlamentari.

Il programma prosegue con “Him”, uno dei capolavori di Fanny & Alexander nell’ambito del loro trentennale, un omaggio al Mago di Oz attraverso l’inquietante Hitler di Cattelan, a cui segue un altro grande omaggio: quello ad Andrea Pazienza, con “Gli ultimi giorni di Pompeo di Andrea Pazienza” di e con Massimo Bonechi, Riccardo Goretti, Giorgio Rossi (Sosta Palmizi), in una versione che restituisce appieno la dimensione narrativa delle opere del grande disegnatore.

Dal fumetto al teatro di figura con l’intrigante “Bubikopf” di Politheater, una suggestiva tragedia comica con i pupazzi manovrati a vista per raccontare lo scontro tra la libertà artistica e le derive autoritarie del potere. Dopo la ripresa di “evǝ” di Jo Clifford, lo spettacolo di Andrea Adriatico che racconta le radici religiose del sessismo e del potere maschile e la sofferenza delle identità ‘fluide’ (e che sarà in tournée in diverse città italiane e in dicembre a New York e negli Usa), è ancora la religione al centro di “A tua immagine” di Odemà, già vincitore del Premio dello Spettatore di Teatri di Vita dodici anni fa, che ritorna in occasione del centenario della nascita di José Saramago, lo scrittore Premio Nobel autore del testo a cui lo spettacolo è ispirato. E’ invece Dante Alighieri il riferimento per l’ “Inferno” del Teatro del Lemming, viaggio di inquietante visionarietà e al contempo di conoscenza di sé.

Dalle vertigini infernali si arriva poi a quelle della cronaca recente con “Animali domestici” dei Teatri della Plebe, che rievocano una delle pagine più inquietanti del razzismo contemporaneo: l’attentato di Macerata del giovane di destra Luca Traini. A seguire, due appuntamenti che mettono in relazione musica e visione cinematografica: “L’histoire du soldat” di Stravinskij, eseguita dall’Ensemble Zipangu, con la lettura e i video della compagnia Menoventi, e il flusso ipnotico delle immagini di “Mephistopheles” con live-set musicale di Anagoor.

La stagione comprende anche quattro appuntamenti d’eccellenza con la stand-up comedy, con i quattro super-finalisti del concorso La Cicala d’Oro, organizzato da Teatri di Vita in estate durante il festival “Cuor Leggero”: Davide Sberna, Romina La Mantia, Altea Bontesta e il vincitore John Vincent. Il programma si chiude con un grande classico sentimental-politico shakespeariano come “Antonio e Cleopatra” riletto da Galleria Toledo nello spettacolo “Io sono fuoco e aria”.

Il programma:

Jan Martens, Elisabeth gets her way / Gender Bender Festival
settembre: domenica 18, ore 21 – lunedì 19, ore 19
Andrea Adriatico / Teatri di Vita, XYZ. Dialoghi leggeri tra inutili generazioni
settembre: da martedì 20 a venerdì 23, ore 21 
Fanny & Alexander, Him
ottobre: venerdì 7, ore 21 – sabato 8, ore 20 – domenica 9, ore 21 
Sosta Palmizi, Gli ultimi giorni di Pompeo di Andrea Pazienza
ottobre: venerdì 14, ore 21 – sabato 15, ore 20 – domenica 16, ore 17 
Davide Sberna, 21e42
ottobre: mercoledì 19 e giovedì 20, ore 21
Politheater, Bubikopf – Tragedia comica per pupazzi
ottobre: venerdì 21, ore 21 – sabato 22, ore 20
Andrea Adriatico / Teatri di Vita, evǝ
ottobre: giovedì 27 e venerdì 28, ore 21 – sabato 29, ore 20
Teatro del Lemming, Inferno
novembre: domenica 6, ore 17
Odemà, A tua immagine
novembre: sabato 12, ore 20 – domenica 13, ore 17 – lunedì 14, ore 21
Romina La Mantia, Come un treno in galleria
novembre: mercoledì 16 e giovedì 17, ore 21
Teatri della Plebe, Animali domestici
novembre: da lunedì 21 a mercoledì 23, ore 21 
Ensemble Zipangu • Menoventi, L’histoire du soldat
novembre: venerdì 25, ore 21
Altea Bonatesta, Meglio un bidet oggi che un attico in Francia domani
novembre: mercoledì 30, ore 21; dicembre: giovedì 1, ore 21
Anagoor, Mephistopheles. Eine Grand Tour
dicembre: domenica 4, ore 17 – lunedì 5, ore 21
John Vincent, Italoangloamericano
dicembre: martedì 6 e mercoledì 7, ore 21
Galleria Toledo, Io sono fuoco e aria
dicembre: giovedì 8 e venerdì 9, ore 21 – sabato 10, ore 20

 

Informazioni e prevendita (biglietto giornaliero: 15 euro, con le solite riduzioni; abbonamento complessivo: 69 euro) al sito teatridivita.it; info: 333.4666333urp@teatridivita.it.

 

(12 settembre 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riserva, riproduzione vietata