Pubblicità
18 C
Bologna
18.6 C
Roma
PubblicitàAcquista i giubbotti Canadians Classics sul sito ufficiale!

EMILIA-ROMAGNA

PubblicitàFlixbus
Pubblicità

BOLOGNA SPETTACOLI

Pubblicità
Pubblicità
HomeComune di Bologna21 e 25 Aprile, la lettera del sindaco Lepore alla presidente di...

21 e 25 Aprile, la lettera del sindaco Lepore alla presidente di Anpi provinciale di Bologna Anna Cocchi

GAIAITALIA.COM BOLOGNA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione Bologna

Cara Presidente, cara Anna,
ci prepariamo alle celebrazioni del 21 e 25 Aprile, che rappresentano per Bologna e la nostra comunità uno dei momenti più importanti ed attesi dell’anno.
Ti scrivo congratulandomi nuovamente per la tua conferma a Presidente dell’Anpi provinciale e per dire che non vedo l’ora di abbracciarti domani in Piazza Nettuno. Lo farò con piacere, per la stima che ho per te e anche per dare dimostrazione pubblica di dove sia possibile trovare il Sindaco di Bologna: sempre al fianco dell’Anpi e a presidio del nostro sacrario dei caduti per la libertà.
È un momento davvero drammatico per l’Europa, per l’Ucraina e per la coesistenza pacifica tra le nazioni.
Proprio per questo è opportuno fare memoria e ricordare i valori fondamentali della nostra Costituzione repubblicana. Una Carta antifascista, che ripudia la guerra come atto di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali.
È una posizione scomoda e difficile quella di chi deve custodire principi che devono rimanere saldi a prescindere dai dibattiti strumentali del giorno per giorno.
A questo proposito, ti esprimo la mia piena solidarietà per i vergognosi e strumentali attacchi politici subiti dall’Anpi nelle ultime settimane.
Attacchi si badi bene, non semplici critiche, mosse da voci che preferiscono delegittimare e distruggere un patrimonio di valori che non appartiene proprio a nessuno, se non a chi la vita l’ha persa per la l’indipendenza e la dignità della patria nel corso della Seconda Guerra Mondiale.
Lasciamo pertanto da parte l’odio di chi ci vuole male. Vediamoci nelle piazze e nelle scuole di Bologna, ritroviamoci insieme di nuovo a celebrare con umiltà e affetto popolare la memoria e l’impegno per i valori della Liberazione.
A domani,
Matteo Lepore”

 

Così il Sindaco Lepore alla vigilia delle celebrazione che culmineranno con il 25 aprile.

 

 

(20 aprile 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 



Pubblicità

LEGGI ANCHE