Una maxiaffissione ricorda Lucio Dalla, Roberto Roversi e Pier Paolo Pasolini uniti nel segno del pensiero libero

Ultime notizie

CONDIVIDI

di Redazione Bologna

A dieci anni dalla scomparsa di Lucio Dalla, il Comune di Bologna omaggia l’indimenticabile cantautore bolognese con una gigantografia che lo ritrae insieme ad altri due grandi intellettuali e artisti della città: Pier Paolo Pasolini e Roberto Roversi, di cui ricorrono rispettivamente quest’anno i cento anni dalla nascita e i dieci anni dalla morte.

Fino al 15 marzo, i tre poeti, illustri figli della città di Bologna, vengono ricordati sulla facciata di Palazzo dei Notai in Piazza Maggiore, uniti sotto il segno del pensiero libero che contraddistingue la città di Bologna, con la figura di Roversi che lega idealmente Pasolini e Dalla, avendo con il primo vissuto gli anni giovanili e l’esperienza della rivista Officina e col secondo il fortunato e fecondo sodalizio musicale. Tutte le iniziative per un anno appuntamenti alla scoperta delle opere e del pensiero dei tre artisti, sul sito: culturabologna.it. L’affissione è stata possibile grazie alla collaborazione della società TMC pubblicità e alle immagini fornite da Archivio Paolo Ferrari-Genus Bononiae, Pendragon Editore e Fondazione Dalla con Archivio fotografico Pressing Line.

 

(1 marzo 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata