Il sindaco Matteo Lepore visita parroco e volontari della Chiesa di San Michele, “Punto di riferimento della comunità ucraina di Bologna”

Ultime notizie

CONDIVIDI

di Redazione Bologna

“Ho voluto portare la nostra vicinanza al parroco Mykhàilo Boiko e ai volontari della Chiesa di San Michele, punto di riferimento della comunità ucraina di Bologna”. Così il sindaco di Bologna, Matteo Lepore, cheha voluto incontrare il parroco e i volontari della Chiesa di San Michele.

“Da ieri – continua Lepore – è un via vai continuo di cittadini che donano beni di prima necessità. Fino al prossimo sabato si raccolgono medicinali, garze, bende, cerotti, disinfettanti, guanti di lattice, siringhe, pannolini e pannoloni”, ricordando che “chi volesse contribuire può farlo di persona ogni giorno, dalle 9 alle 20. Per il nostro Comune – aggiunge il Sindaco – sta coordinando l’accoglienza dei profughi in arrivo l’Assessore Luca Rizzo Nervo. Nell’incontro di questa mattina in Prefettura abbiamo messo a disposizione tutti i posti disponibili, circa 200 a livello metropolitano. Un lavoro che proseguirà nei prossimi giorni insieme agli altri comuni e alla Curia. Voglio ringraziare particolarmente Luca che, in quanto parlamentare, si è attivato in questo weekend nei confronti del Governo che oggi ha sbloccato altri 13.000 posti dei centri straordinari che potranno essere attivati dai Prefetti (CAS) e un potenziamento di ulteriori 3.000 posti del sistema di accoglienza e integrazione (SAI). Ricordo che nella nostra città gestiamo come Comune il sistema di accoglienza più grande d’Italia, pari al 10% dei posti disponibili”, ha concluso.

Più tardi il Sindaco di Bologna ha poi espresso le sue condoglianze alla famiglia di un giovane deceduto in un incidente in via Rigosa. “Porgo le più sentite condoglianze mie, dell’Amministrazione comunale e metropolitana di Bologna, e dell’intera città. Ci stringiamo attorno a loro in questo momento di dolore” ha detto Matteo Lepore, sindaco del Comune e della Città metropolitana di Bologna, ha espresso le condoglianze per la morte del giovane di Anzola dell’Emilia, dovuta a un incidente oggi in via Rigosa. Il giovane è caduto dalla sua motocicletta la fila di veicoli in coda a causa del blocco della strada, conseguente al danneggiamento del ponte autostradale dello svincolo Borgo Panigale della A14, danneggiato in precedenza da un camion. Sul posto la Polizia locale e i Vigili del Fuoco.

Il Settore Viabilità della Città metropolitana di Bologna ha chiuso la Strada Provinciale 26 nel tratto di via Rigosa tra via San Sebastiano e via Marco Emilio Lepido (rotonda del Camionista). L’accesso è consentito in contromano solo per i residenti.
Per i veicoli che provengono da via Mincio è disposto obbligo a destra su via Rigosa, per i veicoli provenienti da via Cavalieri Ducati obbligo a sinistra su via Rigosa, per i veicoli e mezzi pesanti in arrivo da Zola Predosa sulla via Rigosa obbligo a destra su via Masetti di Zola Predosa con segnaletica di preavviso.

 

 

(28 febbraio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata