Controlli della Polizia di Stato nelle stazioni ferroviarie dell’Emilia-Romagna

Ultime notizie

CONDIVIDI

di Redazione, #Bologna

Una persona arrestata, 16 persone indagate, quasi 3500 controllate, 33 violazioni amministrative contestate e decine i veicoli ispezionati: sono questi i risultati dell’attività del Compartimento Polizia Ferroviaria dell’Emilia Romagna nella settimana appena trascorsa, che ha visto impegnate sull’intero territorio regionale 358 pattuglie della Specialità in uniforme e in abiti civili, con 52 treni presenziati.

Nella giornata del 22 marzo u.s., gli agenti della Sezione Polizia Ferroviaria di Rimini, hanno rintracciato un latitante rumeno di 44 anni, che doveva scontare sei mesi di reclusione per furto.

Le denunce sono relative a vari reati quali: resistenza a Pubblico Ufficiale, violazione delle norme riguardanti il soggiorno degli stranieri in Italia, reati inerenti gli stupefacenti, ricettazione, armi, rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale, false attestazioni sull’identità personale.

Si segnala inoltre la giornata di controlli straordinari denominata “RAIL ACTION DAY” organizzata dal Servizio di Polizia Ferroviaria, nell’ambito della collaborazione internazionale tra Polizie Ferroviarie e dei Trasporti europee, finalizzata a contrastare comportamenti impropri ed anomali in ambito ferroviario.

Nel corso dell’operazione, che ha visto impegnati numerosi operatori di Polizia Ferroviaria in tutte le stazioni dell’Emilia-Romagna, sono state identificate circa 600 persone e sono stati controllati 49 scali ferroviari e 144 treni.

 

(29 marzo 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata