Home / Bologna Cronaca / Operazione antidroga della Polizia di Bologna: quindici arresti

Operazione antidroga della Polizia di Bologna: quindici arresti

di Redazione #Bologna twitter@bolognanewsgaia #Cronaca

 

Blitz anticrimine della squadra mobile della questura di Bologna: dalla prime ore di questa mattina sono in corso di esecuzione 15 ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip. Dr. Pecorella su richiesta del Sost. Proc. Dr. Roberto Ceroni della DDA di Bologna. Nel mirino degli investigatori il mercato della cocaina gestito da una associazione a delinquere costituita da albanesi. Gli indagati sono accusati di associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacente. La droga, importata dal Belgio e Albania, veniva distribuita in Emilia Romagna e toscana

L’operazione, denominata “Casper”, condotta dagli investigatori della Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Bologna e coordinata dalla Direzione Centrale Antidroga e dal servizio centrale operativo della Polizia di Stato, ha consentito di ricostruire le rotte del narcotraffico dal Belgio e dall’Albania, con trafficanti che hanno curato nei minimi dettagli l’importazione dello stupefacente. Tramite corrieri che trasportavano l’illecito materiale a bordo di autovetture modificate.

Collaudato e particolare il modo di comunicare tra i vari anelli della catena di distribuzione della droga che utilizzavano un linguaggio criptato che gli investigatori della Polizia di Stato sono riusciti nel corso dell’indagine  a decriptare. Gli appuntamenti venivano fissati nel corso di incontri, poche e veloci erano le comunicazioni per telefono.

Circa 150 sono gli uomini e le donne della Polizia di Stato che dalle prime ore dell’alba sono impegnati nell’esecuzione dei provvedimenti restrittivi e di numerose perquisizioni in varie Citta’ del nord Italia.

La Questura di Bologna fornirà informazioni nel corso della mattinata. Vi terremo aggiornati.

 

(28 novembre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 




Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*