“Non domandarmi di me, Marta mia” con Elena Arvigo #Inscena al Teatro delle Moline, dal 24 al 27 ottobre

Ultime notizie

CONDIVIDI

di Redazione #Bologna twitter@bolognanewsgaia #Inscena

 

Prosegue la stagione del Cantiere Moline con Elena Arvigo protagonista di Non domandarmi di me, Marta mia, testo scritto dalla drammaturga e giornalista Katia Ippaso e diretto da Arturo Armone Caruso, in scena dal 24 al 27 ottobre.

Siamo a New York il 10 dicembre del 1936, data della morte di Luigi Pirandello, e Marta Abba sta recitando al Plymouth Theatre di Broadway. Quella sera, dopo aver annunciato pubblicamente l’improvvisa scomparsa dello scrittore alla fine dello spettacolo, l’attrice si trova da sola nella sua camera di Manhattan, non molto distante dalla Fifth Avenue di fronte alla cattedrale di St. Patrick.

Marta Abba rievoca così il rapporto elettivo con il suo Maestro: è una notte di veglia, in cui si fa vivo non solo il fantasma dello scrittore siciliano, ma vengono chiamate a raccolta anche le eroine pirandelliane (da Tuda, fino alla contessa Ilse de I Giganti della montagna) che Pirandello aveva inventato per lei.

L’attrice si trova a dover fare i conti con il suo passato: ha portato con sé le lettere che negli anni le ha scritto Pirandello, dal 1926 al 1936, ma anche quelle che lei aveva indirizzato a lui. Le sparge sul letto e sul pavimento, vi si immerge e rievoca così la loro storia, quella di un rapporto elettivo, agli altri segreto e in una qualche forma incomprensibile, “un fatto d’esistenza”, annotava Pirandello in uno scritto del ‘29.

«Rispetto al personaggio forte e risoluto del carteggio – scrive l’autrice Katia Ippaso – emerge in Marta Abba, col favore delle tenebre, una nota di vulnerabilità, una maggiore solitudine di donna. L’irruzione improvvisa della morte, non può non influenzare l’interpretazione del passato, facendo vacillare le certezze e portando la protagonista a farsi delle domande che non si era mai fatta prima».

L’autrice Katia Ippaso sarà inoltre presente a Bologna, per una giornata di studi dal titolo Un autore senza diritti. Confronto tra artisti e studiosi teatrali sulla riscrittura delle opere di Luigi Pirandello nella creazione scenica contemporanea, venerdì 29 novembre, dalle 11.30 alle 18.30 presso Atelier Sì, ingresso libero.

 

Non domandarmi di me, Marta mia
Intorno al carteggio Luigi Pirandello – Marta Abba
di Katia Ippaso
con Elena Arvigo
regia Arturo Armone Caruso
assistente alla regia Giulia Dietrich
musiche originali MariaFausta
scene Francesco Ghisu
disegno luci Giuseppe Filipponio
image designer Elio Castellana
produzione Nidodiragno/CMC

Info:
Teatro Arena del Sole
via Indipendenza 44
Bologna
tlf 0512910910
biglietteria@arenadelsole.it
bologna.emiliaromagnateatro.com

 

(22 ottobre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata