Home / Emilia Romagna LGBTQ / Some Prefer Cake, il programma di domenica 22

Some Prefer Cake, il programma di domenica 22

di Redazione #Bologna twitter@bolognanewsgaia #LGBTI

 

Anche l’ultimo giorno di proiezioni sabato 22 settembre dalle 11.00 con i “corti a colazione” (biglietto corti + colazione a 7 €) fra cui spicca Riot not diet (Germania 2018, 17′) in cui donne grasse e queer non si vergognano delle dimensioni estese dei loro corpi, ma rivendicano con sicurezza spazio per se stesse, da cui prenderà spunto il dialogo tra la fact activist Elisa Manici e la presidente dell’associazione Luki Massa Elisa Coco.

A seguire due documentari: alle 14.30 il documentario Game Girl (Germania/Francia, 2018, 90)  che racconta il rapporto di coppia fra due homeless di Los Angeles divise fra speranze d cambiamento e rassegnazione, mentre alle  16.30 verrà proiettato l’omaggio a Ursula K. Le Guin, visionaria scrittrice di capolavori fantascientifici, protagonista del doc Worlds of Ursula K. Le Guin (Usa 2018, 68′)

Alle ore 13.00  nel Giardino all’esterno del Cinema si svolgerà  “Dialoghi Femministi”una tavola rotonda sui femminismi con quattro giornaliste che sono intervenute sul tema con due recenti libri: da un lato Barbara Bonomi Romagnoli e Marina Turi, autrici di “Non voglio scendere” (ed. Golena, 2019), dall’altro Benedetta Pintus e Beatrice Da Vela, autrici di “Siamo marea. Come orientarsi nella rivoluzione femminista (ed. Villaggio Maori, 2019), che si propone come un manuale per ripercorrono la storia del movimento femminista fino al mondo dell’attivismo contemporaneo.

La giornata si conclude con le premiazioni. Oltre al premio del pubblico, anche quest’anno il festival del cinema lesbico di Bologna si avvarrà di una giuria di qualità, che assegnerà il premio ai migliori film nelle categorie documentario, fiction e cortometraggio. La giuria proclamerà i film vincitori domenica  alle ore 20, e a seguire, per la sezione lesbian cult, sarà proiettato Born in Flames (Usa 1990, 90′)una science-fiction femminista e visionaria, ambientata in una New York del futuro, in cui classismo, razzismo e sessismo continuano ad essere temi irrisolti. Il film è l’esplorazione cinematografica di un’urgenza politica e un’indagine sulle strategie e i compromessi necessari al cambiamento. Alle 20.30 il festival chiuderà con la proiezione gratuita del film vincitore.

Info: someprefercakefestival.com | facebook.com/someprefercakefestival/ | #someprefercake.

 

 

(21 settembre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 




 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*