Home / Bologna / Bologna, dopo la grandinata il Bologna Pride

Bologna, dopo la grandinata il Bologna Pride

di Paolo M. Minciotti #Bologna twitter@bolognanewsgaia #LGBTI

 

Anche ai partecipanti al Gay Pride di Bologna, radunati ai Giardini Margherita, la grandine ha fatto un brutto scherzo. Qualche ferito eun fuggi fuggi generale verso i portici di S. Stefano per evitare di essere abbattuti, è il caso di dirlo, da chicchi di grandine grossi come noci. Poi il maltempo finisce e il Gay pride parte.

Sono ancora migliaia ed hanno avuto il benvenuto da uno striscione degli incivili di Forza Nuova, quelli che devono creare l’odio verso tutti, convinti – sbagliandosi – di essere protetti da certa aria che tira, così che via alla marcia. Migliaia di persone, come ogni anno, in un civilissimo, coloratissimo e divertentissimo corteo che si snoda per la città che ha dato i natali al movimento LGBTI così come lo conosciamo oggi. Dopo essersi riparati dalla pioggia i partecipanti al Gay Pride bolognese danno il via alla parata. I bolognesi applaudono, Forza Nuova rosica e il sole dopo la tempesta conferma che Salvini non è dio.

Alla fine, una giornata magnifica.

 

 


 

 

(23 giugno 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 




 

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*