Home / Formigine / La Pieve di Colombaro concessa a Formigine per 50 anni

La Pieve di Colombaro concessa a Formigine per 50 anni

di Redazione #Modena twitter@gaiaitaliacomlo #Formigine

 

Il Consiglio comunale ha dato il via libera alla costituzione in diritto di superficie gratuito per 50 anni a favore del Comune di Formigine del compendio immobiliare comunale “Pieve di Colombaro”, che ha sede a Formigine, e alla cessione gratuita delle aree di sede stradale per complessivi 843 metri quadrati in comproprietà con gli altri frontisti.

Nella seduta di giovedì 8 novembre, a favore della delibera relativa allo schema di convenzione illustrata dall’assessore al Patrimonio Giulio Guerzoni si è espresso tutto il Consiglio comunale con l’astensione della Lega nord. L’atto è già stato approvato nei giorni scorsi dal Consiglio comunale di Formigine.

“Il complesso – ha spiegato Guerzoni – costituito dalla Chiesa parrocchiale di San Giacomo Maggiore di Colombaro e da 820 metri quadrati di aree a vigneto e a fabbricato rurale, è di proprietà del Comune di Modena dal 1979 e nel 1994 il Consiglio comunale assegna la Chiesa in comodato gratuito alla Chiesa Cattolica per le funzioni religiose. L’ente pubblico che ha la giurisdizione del luogo dove è collocato il bene è invece il Comune di Formigine ed è importantissimo, in situazioni come queste, trovare collaborazione tra enti locali, poiché le esigenze gestionali e le proprietà patrimoniali devono collimare e devono rispettare le normative vigenti ed i regolamenti. Le due Amministrazioni comunali – ha proseguito – condividono pienamente importanza storica, religiosa e territoriale della Pieve e nel 2009 hanno siglato insieme alla parrocchia un protocollo d’intesa per la riqualificazione e valorizzazione del complesso, sottoposto in buona parte a tutela per interesse storico artistico. Proprio anche attraverso questo nuovo accordo patrimoniale, vogliono portare avanti una riqualificazione e un pieno recupero”, ha aggiunto.

Una parte del complesso (fabbricato ex asilo e canonica) è stata resa inagibile dal terremoto del 2012 e necessita di un recupero integrale e urgente per garantirne la fruibilità. A questo scopo, quest’anno la Regione Emilia Romagna ha deliberato un finanziamento di oltre 68 mila euro nell’ambito del programma delle opere pubbliche e dei beni culturali – Sisma Emilia Romagna 2012 e, dando immediata eseguibilità alla deliberazione, si permette al Comune di Formigine di procedere nei tempi stabiliti dalla Regione agli adempimenti necessari per l’ottenimento dei finanziamenti regionali.

 




 

(9 novembre 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 


 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*