Home / Cultura / Rimini, luglio di grande musica con le stelle di “Percuotere la mente”

Rimini, luglio di grande musica con le stelle di “Percuotere la mente”

di Redazione #Bologna twitter@gaiaitaliacomlo #musica

 

 

Sarà un omaggio al jazz immortale di Miles Davis, attraverso il talento di Flavio Boltro, ad aprire il nuovo viaggio di Percuotere la mente 2018, la sezione contemporanea della Sagra Musicale Malatestiana che propone un itinerario tra i ‘paesaggi sonori’ più diversi, rompendo i confini tra stili e generi. Atmosfere intime, inquietudini e ritmi travolgenti in un percorso in cinque tappe dal 4 al 31 luglio, con grandi nomi internazionali e progetti speciali per assaggi di musica in un contesto scenografico in grado di amplificare emozioni e suggestioni come la Corte degli Agostiniani.

Come ormai tradizione, il primo appuntamento è nel segno della Notte Rosa. Mercoledì 4 luglio, come prologo al ‘Capodanno dell’estate’, Percuotere la mente propone MileStory, un progetto pensato per ricordare la figura di Miles Davis, uno dei musicisti più rappresentativi della storia del jazz, capace di passare indenne attraverso le varie epoche, gli stili, le mode. Sul palcoscenico uno dei maestri del genere, Flavio Boltro, che accompagnato dal Jazz Inc. Quartet, dall’Ensemble Rimini Classica e dall’Orchestra Sinfonica Rossini proporrà in una veste del tutto inedita, brani celebri e amatissimi come So what, All blues, Round Midnight e Summertime, riarrangiati da Marco Capicchioni.

C’è già grande attesa per i secondi protagonisti del cartellone, Joey Burns e John Convertino, meglio conosciuti come i Calexico, considerati tra i principali esponenti dell’alternative country e che tornano a Rimini giovedì 12 luglio per presentare il nono album in studio della band (The Thread That Keeps Us), un ritratto di famiglia che cattura tutta l’imprevedibilità e varietà stilistica dei Calexico, pur riservando il consueto spazio per la loro illimitata creatività.

Sabato 21 luglio invece si celebra un ‘compleanno’: i primi quarant’anni di Rimini, il disco di Fabrizio de Andrè pubblicato appunto nel 1978. Una ricorrenza che viene ricordata con una giornata dedicata al cantautore genovese e organizzata in collaborazione con l’Associazione Culturale Interno4, dal titolo Rimini canta Rimini che si aprirà alle 18.30 con la presentazione del libro Lui, io, noi di Dori Ghezzi, Giordano Meacci, Francesca Serafini (Einaudi 2018), alla presenza degli autori.

A seguire sarà presentata al pubblico l’edizione speciale del libro, con allegato cd, di Rimini di Fabrizio De André, curata e ideata dalla casa Editrice Interno4 in collaborazione con Sony Music e il Comune di Rimini. Interverranno Massimo Roccaforte (Interno4 Edizioni) e Stefano Patara (Sony Music). E dopo le parole, spazio alla musica: dalle 21.15 alcuni tra i più apprezzati musicisti e cantautori del territorio – Andrea Amati, Dany Greggio, NicoNote, Massimo Marches, Massimo Modula, Giuseppe Righini – si alterneranno sul palco per reintepretare tutti i brani contenuti nell’album di Faber.

Ad accompagnare gli artisti l’Orchestra Rimini Classica composta da 26 elementi e diretta da Federico Mecozzi che ha curato anche il riarrangiamento delle canzoni scritte da De Andrè con Massimo Bubola. A seguire renderanno omaggio a Fabrizio De Andrè, dal vivo e in brevi set, Federico Braschi, John De Leo, Andrea Appino (Zen Circus), I Ministri (in acustico) e il duo Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, Musica Nuda.

Due grandi talenti femminili chiudono il viaggio di Percuotere la mente: venerdì 27 luglio torna a Rimini Joan as Police Woman (al secolo Joan Wasser) con una tappa del suo Damned Devotion Tour 2018. Un’occasione per scoprire il nuovo lavoro della songrwriter newyorkese (che ha definito Damned Devotion come “il mio disco più scuro e riflessivo”) e immergersi nel mondo della musica black, per scoprire le atmosfere del soul jazz più sofisticato e intimista e dell’indie folk più dark.

Infine, dopo il successo di pubblico raccolto nel 2015, la Corte degli Agostiniani è pronta a riaccogliere la cantautrice e chitarrista Anna Calvi, che chiuderà la rassegna 2018 martedì 31 luglio. L’affascinante artista inglese – che ha scelto Rimini per una delle sue date italiane – nel giro di pochi anni è riuscita a ritagliarsi uno spazio tutto suo all’interno del panorama musicale contemporaneo, grazie ad un sound originale e ad una voce ammaliante, tanto che c’è chi l’ha incoronata come “nuova musa made in UK”.

Inizio concerti ore 21.15.

 




 

(7 giugno 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*