Pubblicità
9 C
Bologna
16 C
Roma
PubblicitàAcquista i giubbotti Canadians Classics sul sito ufficiale!

EMILIA-ROMAGNA

PubblicitàFlixbus
Pubblicità

BOLOGNA SPETTACOLI

Pubblicità
Pubblicità
HomeComune di BolognaDal 19 marzo 2018 il Comune di Bologna erogherà solo carte d’identità...

Dal 19 marzo 2018 il Comune di Bologna erogherà solo carte d’identità elettroniche

GAIAITALIA.COM BOLOGNA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione #Bologna twitter@gaiaitaliacomlo #documenti

 

 

Da lunedì 19 marzo 2018 il Comune di Bologna erogherà solo carte d’identità elettroniche (CIE), un passo in avanti innovativo, con maggiori garanzie di sicurezza rispetto al documento cartaceo, e soprattutto in linea con gli altri Paesi europei. La carta d’identità elettronica è una novità disposta dal Ministero dell’Interno alla quale tutti i Comuni italiani si stanno adeguando. Ultimate tutte le verifiche tecniche sulle postazioni fornite dal Ministero, anche il Comune di Bologna è pronto al cambio di passo per rispondere alle disposizioni messe nero su bianco dal Viminale nella Circolare 5/2017 che fa seguito alla legge 125 del 6 agosto 2015 con la quale lo Stato italiano ha introdotto la nuova carta d’identità elettronica.

La carta d’identità elettronica è grande come una carta di credito, è realizzata su un supporto in policarbonato con ologrammi, sfondi di sicurezza, microscritture, ornamenti (realizzati con la lavorazione cosiddetta guilloches) che ne incrementano la sicurezza. La carta ha un microprocessore a radio frequenza che consente la protezione dei dati anagrafici, della foto e delle impronte del titolare.

Questa tecnologia rende il documento molto più sicuro di quello cartaceo soprattutto rispetto al rischio di contraffazione.

La nuova CIE è molto più che un documento d’identità: grazie al suo microprocessore e a una App messa a punto dal Ministero dell’Interno, può essere letta da dispositivi che consentono lo scambio di dati in modalità wireless (dotati di interfaccia NFC), primi fra tutti gli smartphone, ed è facile immaginare, in un prossimo futuro, numerose applicazioni per semplificare i nostri gesti quotidiani.

Al momento la CIE è predisposta per l’acquisizione delle identità digitali sul Sistema pubblico di identità digitale (Spid). Al momento del rilascio della carta di identità elettronica verrà infatti fornito il Pin (la prima parte direttamente allo sportello, la seconda a casa in busta chiusa, insieme alla carta) utile per ottenere le credenziali Spid on line all’indirizzo www.spid.gov.it, senza bisogno di recarsi presso gli uffici per l’identificazione di persona. Con le credenziali Spid sarà possibile accedere, fra gli altri,  a tutti i servizi on line del Comune di Bologna nonché al proprio Fascicolo sanitario elettronico.

Per richiedere la nuova carta d’identità elettronica è obbligatorio prendere un appuntamento con gli sportelli degli URP di Quartiere o dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico di Piazza Maggiore utilizzando il servizio online dedicato alle prenotazioni. Occorre tenere presente che l’operazione allo sportello URP richiederà in media 30 minuti. Sarà necessario, come sempre, presentarsi con il vecchio documento.
Il costo per il rilascio, stabilito dal Ministero degli Interni, sarebbe di 22,21 euro, di cui 16,79 spettano allo Stato, mentre i rimanenti 5,16 sono costituiti dal diritto fisso (già previsto anche per la carta d’identità cartacea) e 0,26 per i diritti di segreteria, anch’essi già previsti in precedenza. A Bologna, invece, la carta d’identità elettronica costerà 22 euro: la Giunta comunale ha infatti deciso di abbassare il diritto fisso sia per la nuova CIE che per il documento cartaceo (che continuerà a essere rilasciato solo in casi eccezionali) da 5,16 euro a 4,95 euro.

 





 

(13 marzo 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

LEGGI ANCHE