Home / Altre Città / Sanità. Nasce l’Azienda Usl di Reggio Emilia

Sanità. Nasce l’Azienda Usl di Reggio Emilia

di Gaiaitalia.com, Reggio Emilia

 

 

 

 

 

Reggio Emilia dal 1° luglio 2017 avrà un’Azienda sanitaria unica, che si chiamerà Azienda Usl di Reggio Emilia, nata dalla fusione tra l’attuale Ausl e l’Azienda ospedaliera “Arcispedale Santa Maria Nuova”. Il via libera al progetto di integrazione presentato alla fine dello scorso anno dalla Giunta regionale è giunto oggi dall’Assemblea legislativa.

Il nuovo assetto porterà ad un rafforzamento dei servizi per i cittadini, accompagnato dal contenimento della spesa pubblica e da una maggiore efficienza organizzativa, sia dal punto di vista strutturale che amministrativo. L’unificazione non comporterà la perdita di alcun posto di lavoro, perché tutto il personale in servizio, anche quello a tempo determinato, sarà garantito. Attenzione puntata, inoltre, su prevenzione della corruzione e promozione della trasparenza, con l’introduzione di specifiche misure organizzative in linea con il Testo unico sulla legalità approvato con una specifica legge regionale lo scorso ottobre.Un percorso, quello formalizzato con il via libera alla legge, che è stato condiviso sin dall’inizio con il territorio, con incontripromossi in modo capillare, e sostenuto dalla Conferenza territoriale e sanitaria di Reggio Emilia.

Dal 1° luglio 2017, dunque, l’Azienda ospedaliera “Arcispedale Santa Maria Nuova” cessa e l’Azienda Unità sanitaria locale di Reggio Emilia subentra a tutti gli effetti. Il patrimonio mobiliare e immobiliare dell’Azienda ospedaliera viene trasferito all’Azienda Usl di Reggio Emilia. Tutto il personale in servizio all’Arcispedale, con contratto di lavoro subordinato, a tempo indeterminato o determinato, è trasferito senza soluzione di continuità all’Azienda Usl di Reggio Emilia, come peraltro prevede il decreto legislativo (30 marzo 2001, n.165) sull’ordinamento del lavoro nelle Amministrazioni pubbliche.
Non solo: il processo di fusione è stato svolto garantendo la valorizzazione delle risorse umane e professionali degli operatori, anche attraverso percorsi formativi e di riqualificazione condivisi, in coerenza con i principi della legge regionale sull’organizzazione e il funzionamento del servizio sanitario (n. 29 del 23 dicembre 2004).

Entro il 30 giugno 2018, il direttore generale dell’Azienda Usl di Reggio Emilia adeguerà l’atto aziendale, ossia lo strumento volto a definirne l’assetto organizzativo e istituzionale, al nuovo assetto fissato dalla legge.

Nel corso dell’iter normativo è stata inoltre inserita la previsione del confronto sindacale sui processi di programmazione dei servizi sanitari e socio sanitari nel territorio di Reggio Emilia, nonché nello svolgimento degli adempimenti necessari alla costituzione dell’Azienda unica.

Sempre a partire dal 1° luglio 2017, la titolarità dell’Istituto di Ricovero e Cura a carattere Scientifico (Irccs) “Istituto in tecnologie avanzate e modelli assistenziali in oncologia”, costituito all’interno dell’Azienda ospedaliera “Arcispedale Santa Maria Nuova”, è trasferita all’Azienda Usl di Reggio Emilia. L’atto aziendale dell’Azienda Unica di Reggio Emilia dovrà anche specificare l’assetto degli organi e le relative competenze, il modello e le strutture organizzative, i rapporti con l’Università e la rete degli Irccs in oncologia per valorizzare le forme di collaborazione in rete e i relativi progetti che possono essere realizzati.

 

 

(31 maggio 2017)

 




 

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*