Home / Bologna / Bologna, sgominata baby gang

Bologna, sgominata baby gang

di Gaiaitalia.com, Bologna

 

 

 

 

 

Questa mattina (22 maggio, ndr), i Carabinieri della Compagnia Bologna Centro hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di cinque minorenni responsabili, a vario titolo, di rapina aggravata, tentata rapina aggravata, furto aggravato, estorsione e lesioni personali aggravate. Il provvedimento, firmato dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale per i Minorenni dell’Emilia Romagna, Dott. Luigi Martello, nasce da un’indagine avviata dai Carabinieri della Stazione Bologna Navile, a seguito delle denunce presentate da chi aveva subito la prepotenza del gruppo di minori che agiva principalmente nei pressi di Piazza Spadolini. Tra le quattro aggressioni emerse nel corso delle indagini, quella del 30 aprile scorso mostra chiaramente l’indole spregiudicata, pericolosa e preoccupante dei cinque criminali che dopo aver sopraffatto alle spalle un trentottenne di Bologna che stava camminando, lo avevano, dapprima pestato a sangue, poi rapinato degli effetti personali e continuato a colpire quando ormai si trovava a terra, privo di sensi. Ferito gravemente a un piede, il trentottenne veniva soccorso da un’ambulanza del 118, trasportato d’urgenza all’Ospedale Maggiore di Bologna per le prime cure e successivamente sottoposto a un delicato intervento chirurgico presso l’Unità Operativa di Ortopedia “Villa Chiara” e giudicato guaribile in una quarantina di giorni.

Sulla vicenda va registrata una dichiarazione del Sindaco di Bologna Virginio Merola che affida ad una nota stampa il suo pensiero: “Mi complimento con i Carabinieri della compagnia Bologna Centro per l’ottimo lavoro investigativo, con il Presidente del Quartiere San Donato Simone Borsari, il personale e i cittadini che hanno collaborato alle indagini. Sottolineo anch’io come i risultati si raggiungono meglio lavorando insieme”.

 

 

 

 

(22 maggio 2017)

 





 

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*