Home / Cultura / Al Teatro Comunale di Casalmaggiore #Inscena Miguel Ángel Zotto e Daiana Guspero in “Tango, Historia de Astor”. Il 16 dicembre

Al Teatro Comunale di Casalmaggiore #Inscena Miguel Ángel Zotto e Daiana Guspero in “Tango, Historia de Astor”. Il 16 dicembre

di Redazione #Inscena twitter@gaiaitaliacomlo #Danza

 

Un’opera tango con il più grande interprete al mondo della danza argentina, Miguel Ángel Zotto, a firmarne regia e corografie, è “Tango-Historias de Astor” in scena al Teatro Comunale di Casalmaggiore, domenica 16 dicembre alle ore 21, nuovo appuntamento della Stagione Serale 2018-2019, diretta da Giuseppe Romanetti, realizzata dal Comune di Casalmaggiore con il sostegno della Regione Lombardia nell’ambito di Circuiti Teatrali Lombardi, con il contributo di AFM Casalmaggiore srl.

Inserito in ‘Stupor Mundi’ dedicato nel 2018 proprio all’Argentina, lo spettacolo al Teatro Comunale rappresenta la seconda data di un tour che proseguirà nel 2019 e che ha visto la sua prima internazionale a Trani nel luglio scorso.

Il giorno prima allo spettacolo, sabato 15 dicembre, Miguel Ángel Zotto e Daiana Guspero saranno impegnati in Vaticano, in Aula Paolo VI, nella registrazione della 26ma edizione del Concerto di Natale in Vaticano che sarà trasmesso su Canale 5 il 24 dicembre, di cui saranno ospiti straordinari, per un paio di esibizioni, insieme a grandi star internazionali (Dee Dee Bridgewater, Anastacia, Raphael Gualazzi, Edoardo Bennato, Alessandra Amoroso, Elisa, Ermal Meta).

«Le gambe s’allacciano, gli sguardi si fondono, i corpi si amalgamano e si lasciano incantare». Nessun ballo, nessuna danza è passionale come il tango. Ritmo e carattere in un elegante gioco di provocazioni e sguardi. Ideato, coreografato e diretto da Miguel Ángel Zotto, riconosciuto nel mondo, da appassionati e critica, come una leggenda vivente del tango, lo spettacolo è un’emozionante tributo alla vita e all’arte del famoso compositore e musicista argentino Astor Piazzolla. Considerato tra i più influenti e rivoluzionari esponenti del Tango del ‘900, è a lui che Zotto ha voluto dedicare la kermesse, dopo averlo conosciuto e ballato nella sua “Tango operita” Maria de Buenos Aires.

Si dice che ogni tango sia differente ed abbia differenti colori. Amore, sofferenza, rabbia, gelosia ed abbandono sono i “colori” che hanno dato vita al Nuevo Tango di Astor Piazzolla, creando una danza nuova, fuori dai vicoli, arricchita di atmosfere proprie dei linguaggi della musica classica e del jazz. Tutto questo Miguel Ángel Zotto, star della kermesse, mette in scena in uno show mozzafiato con un parterre di artisti eccellenti: i ballerini della compagnia TangoX2 di Milano.

Un’opera teatrale a tutto tondo che saprà coinvolgere lo spettatore fino all’ultimo secondo. Assieme all’icona Zotto, la straordinaria Daiana Guspero e altri sei eccezionali tangheri: Sofia Victoria e Maurizio Navone, Liza Rosales e Juan Manuel Rpsales, Jessika Santodomingo e Gonzalo Cuello. Le parti recitate e cantate sono affidate a Vera Dragone, esplosiva, disinvolta ed affascinante attrice con una tessitura vocale da mezzosoprano. Diplomatasi all’Accademia nazionale d’arte drammatica Silvio d’Amico e allieva della grande Anna Marchesini, proprio da lei ha ereditato versatilità, ecclettismo e amore per il teatro. In tv, al fianco di Teresa Federico e Valentina Ruggeri, interpreta “Cherry” nel trio canoro swing anni ’50 Ladyvette, protagonista de Il Paradiso delle signore, la fiction Rai di successo con Giuseppe Zeno e Giusy Buscemi. Con la sua voce ruggente si è esibita con successo nei locali più prestigiosi di tutto il mondo, come il Ronnie Scott di Londra e il Birdland di New York. Ha fatto inoltre parte del cast di alcune produzioni televisive tra cui Il commissario Montalbano, Questo nostro amore 2, Un passo dal cielo, I Cesaroni e Butta la luna. Sul grande schermo ha interpretato “Ninetta” in Ubaldo Terzani Horror Show.

La sezione musicale dello spettacolo è curata dall’Orchestra Tango Sonos dei due fratelli Ippolito: Antonio al bandoneon, e Nicola Daniele al pianoforte, in una formazione speciale da orchestra di 4 elementi dal vivo, tra cui un contrabbassista ed un violinista. Da anni collaborano con i più grandi musicisti, ballerini ed esperti di Tango, in un’appassionata ricerca della musica e della cultura argentina. Il loro repertorio spazia dalla tradizione della “Guardia Vieja”, quella dei primi trent’anni del Novecento, fino al “Nuevo Tango” di Astor Piazzolla, con arrangiamenti originali.

Miguel Ángel Zotto balla il tango da oltre 35 anni, riconosciuto come una vera e propria icona tra i tangueros, è attualmente nel mondo il massimo rappresentante del tango argentino, che dopo averlo appreso dai migliori maestri tangheri di Buenos Aires (Rodolfo Dinzel, Antonio Todaro, – il cui stile per Zotto rappresenta il vero tango – Pepito Avellaneda, Juan Carlos Copes e Maria Nieves, Finito Ramón Rivera, Petróleo (Carlos Estévez), Virulazo (Jorge Martín Orcaizaguirre) e la sua celebre ballerina Elvira), ha il merito di averlo fatto conoscere e insegnato quasi in tutti i continenti. In particolare gli va riconosciuto il merito di aver diffuso il tango argentino in Europa, circa 20 anni fa: prima in Inghilterra, poi in Germania, fino ad arrivare in Italia e a tutti i paesi europei.

Nato nel 1958 a Buenos Aires, cresce ascoltando tango con il nonno e con il padre che era ballerino e attore. Da sempre a Buenos Aires è molto apprezzato nell’ambiente tanghero, così come nel mondo è considerato un vero e proprio guru della danza argentina; fin dal 1991, dopo solo pochi anni dalla sua entrata nel mondo del “professionismo”, gli è stato riconosciuto il “María Ruanova Award”, il premio più importante per la danza argentina, assegnato annualmente dal “Consejo Argentino de la Danza” (è la prima volta che questo premio viene assegnato al tango). Nel 1999 vince il premio “Positano”, uno dei più alti riconoscimenti per la danza assegnati in Italia e nel 2000 viene eletto tra i tre più grandi ballerini di tango del secolo, unico dei tre rimasto in attività, per la sua carriera e per la sua traiettoria artistica e nel 2002 nominato “Accademico” dalla “National Tango Academy” di Buenos Aires. Nel 1988 fonda la sua compagnia di ballo TANGO x 2, unica compagnia di tango riconosciuta a livello mondiale, marchio di garanzia e professionalità, e per la quale Zotto ha creato e coreografato, sempre accompagnato dalle migliori formazioni musicali, numerosi spettacoli di tango. Produzioni spettacolari con le quali Zotto si è esibito in Canada, Stati Uniti, America Latina, Europa e Giappone. A febbraio 2011 Miguel Ángel Zotto è stato tra gli ospiti della serata inaugurale della 61^ edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo. In diversi periodi dell’anno Miguel Angel Zotto insieme alla sua ballerina Daiana Guspero, svolge un’intensa attività didattica in Italia nelle principali capitali europee quale maestro di Tango, partecipando a numerosi festival e manifestazioni di tango.

Con la compagnia Tango x 2, nell’ottobre 2011 è stato in tour in Europa e in particolare in Italia con il suo ultimo spettacolo Puro tango. A ottobre 2012 con Daiana Guspero apre a Milano la Zotto Tango Academy – Zotto Studios, la prima accademia europea completamente dedicata al Tango argentino.

 





(12 dicembre 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*